Domenica 20 Gennaio 2019
   
Text Size

Con “Lo spettacolo delle stelle” il Carnevale fa tappa alla “Sabin”

Noicattaro. Carnevale alla “Sabin” front

 

Venerdì 24 Febbraio i fanciulli della scuola dell’infanzia “Sabin”, all’interno dell’Istituto Comprensivo “Gramsci-Pende”, hanno assistito ad uno spettacolo clowneristico presso l’istituto nella zona 167.

L’iniziativa, racconta la responsabile Grazia D’Alessandro, è stata voluta e realizzata con la collaborazione di tutte le colleghe. In questo modo si è voluto rendere tangibile il risultato di una settimana di lavoro in cui i fanciulli, a seconda della fascia d’età, hanno potuto cimentarsi in lavori a tema carnevalesco.

I due simpatici artisti, professionisti dell’intrattenimento per bambini, hanno riproposto più volte lo spettacolo. L’esigenza di frammentare il pubblico, legata a una questione di spazi, ha dato modo ai piccoli di poter assistere da vicino ai divertenti numeri di giocoleria, equilibrismo e cabaret. Entrambi appartenenti ad una famiglia di artisti che da anni si esibisce in spettacoli itineranti, sono spesso ospiti presso scuole dell’infanzia o di primo grado. Altrettanto frequente è la richiesta della loro presenza presso i reparti pediatrici degli ospedali di tutta Italia. “Il bello di lavorare coi bambini è l’entusiasmo nel loro coinvolgimento. Capita spesso che qualcuno si avvicini incuriosito e che voglia provare i nostri numeri. E siamo contenti di insegnare loro qualche gioco”. E infatti erano tutti lì, pronti a incitare e applaudire mentre l’equilibrista saliva sul terzo skateboard impilato su di un cilindro di legno, a ridere delle coinvolgenti gag o ad ammirare i birilli volteggiare spinti da abili mani. “Non è facile, sono numeri che richiedono un costante allenamento. Solitamente mi esercito per almeno due ore ogni giorno”, ha detto uno dei due artisti. E costanza nell’esercizio per la buona riuscita è stata richiesta anche ai fanciulli.

Nella settimana precedente, infatti, ad ogni fascia d’età è stato assegnato un compito. I più piccoli, a tre anni, hanno partecipato a laboratori per attività manipolative. A quattro hanno curato e approfondito l’aspetto musicale sulle note de “Il Carnevale degli Animali”. I più grandi, invece, sono andati alla scoperta della storia e delle tradizioni carnevalesche. Hanno così avuto modo di conoscere, partendo da Farinella, le altre maschere tradizionali italiane. Di ognuna è stata raccontata la storia e la provenienza.

Questo percorso ludico educativo, che esprime l’orientamento delle attività didattiche svolte durante tutto l’anno, ha visto i piccoli protagonisti, l’indomani, di un altro evento ricreativo in loro onore. Vestiti in maschera hanno partecipato al veglione che si è tenuto negli orari scolastici, presso la “Sabin”, in attesa di poter a breve riscoprire un’altra tradizione: la pentolaccia.


[da La Voce del Paese del 4 Marzo]

Qui tutte le foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI