Domenica 08 Dicembre 2019
   
Text Size

Condividere il pasto con i meno fortunati: è lo spirito Francescano

Noicattaro. Pranzo della Solidarietà

 

Qual è il modo migliore per far sentire a casa una persona che una casa non ce l’ha? Che non può permettersi tutti i giorni un pasto completo e che fatica ad arrivare a fine mese? Molte sono le famiglie nojane che vivono in condizioni di estrema povertà. Bussano alla porta della Casa Comunale in cerca di aiuto, ma alcune volte quello che cercano è non essere dimenticati, non essere abbandonati. Per ovviare a questi spiacevoli episodi, domenica 26 Marzo il Consiglio dell’Ordine Francescano della Chiesa dei Cappuccini ha organizzato, presso la mensa della piccola Chiesetta, un pranzo solidale. L’idea di dedicare una intera giornata ai meno fortunati di Noicattaro è stata fortemente voluta dal Ministro della Fraternità, Vincenzo Santamaria, e da tutto l’Ordine Francescano per accogliere tutte quelle persone che quotidianamente cercano viveri presso i Francescani.

“Il nostro intento è quello di aiutare le persone sfortunate”, ha detto Vincenzo Santamaria. “È stato presente anche il nostro assistente spirituale, Padre Zaccaria, che è stato felicissimo per quello che abbiamo fatto per i poveri”. Dopo la preghiera iniziale, i 20 “ospiti speciali” invitati al pranzo solidale hanno gustato le prelibatezze preparate dalle famiglie dei Francescani.

Ad aiutare nella preparazione del pranzo era presente anche l’associazione “Ragazzi del Cielo – Ragazzi della Terra”, che si è offerta nell’acquistare tovaglie e posate in plastica, oltre a preparare vari tipi di dolci. “È stata una collaborazione splendida”, continua Vincenzo Santamaria. “L’iniziativa è piaciuta anche a don Vito Campanelli, parroco della Chiesa Madre, il quale ci ha invitato a cooperare insieme alla Caritas parrocchiale”. Infatti, domenica 9 Aprile è previsto un altro pranzo sociale. L’intento è quello di far vivere i momenti importanti della Chiesa, quali la Quaresima, in comunità con gli ultimi, affinché non si sentano soli.

Come nei più tradizionali pranzi domenicali, gli “ospiti speciali” si sono sentiti parte di una grande famiglia: non più emarginati da una società che ignora la loro esistenza, ma hanno potuto sedersi a tavola ricevendo un pasto caldo e una parola di conforto. Non sono mancati, infatti, le confidenze che alcuni di loro hanno raccontato a fine pranzo. L’aver passato una giornata “splendida”, come ha asserito uno di loro, gli hanno permesso di poter parlare a cuore aperto delle difficoltà che tutti i giorni sono costretti ad affrontare. Come la storia di un anziano, vedovo, che con una pensione di 250 euro non riesce ad arrivare a fine mese poiché da quella misera pensione deve decurtare 100 euro per poter pagare l’affitto di casa. O come un altro signore nojano costretto a dormire in una cascina di campagna, priva di corrente elettrica e di acqua potabile, dopo aver passato molti anni a considerare la “sua casa” i vagoni dei treni dismessi. Per lui l’Ordine Francescano si sta mobilitando per cercare anche una piccola stanza dove poter dormire.

Il nostro spirito Francescano si rispecchia proprio in questo: la carità, l’obbedienza e l’umiltà. E noi facciamo di tutto per mettere in pratica gli insegnamenti Francescani. San Francesco ci ha ordinato questo: di stare in mezzo agli altri, agli ultimi, ai più poveri”, ha detto il Ministro della Fraternità Santamaria.

Molto si può fare per queste persone e molto deve fare Noicattaro, affinché nessuno debba vivere in queste condizioni. Alcune rosticcerie, convenzionate con il Comune, li accolgono dando loro qualcosa da mangiare. Ma non basta. Ognuno, nel suo piccolo, deve contribuire per migliorare il livello di vita incominciando a donare il superfluo che possiede nelle proprie case e a preparare una focaccia in più da dare a chi quella focaccia non può permettersela. Basta rivolgersi alla Caritas parrocchiale della Chiesa Madre e all’Ordine Francescano della Chiesa dei Cappuccini: loro sapranno come far arrivare quel “bene prezioso”.


[da La Voce del Paese dell'8 Aprile]

Noicattaro. Pranzo della Solidarietà

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI