Domenica 20 Gennaio 2019
   
Text Size

La pulizia delle Croci, un rito poco conosciuto. FOTO

Noicattaro. Pulizia Croci Settimana Santa 2017 front

 

Con la Domenica delle Palme siamo entrati ufficialmente nella Settimana Santa. L’intera comunità nojana si sta attivando per far sì che tutto vada nel migliore dei modi, sotto l’occhio vigile della “Confraternita della Passione e Morte di Nostro Signore Gesù Cristo” della Chiesa Madonna della Lama di Noicattaro - guidata dal priore Nicola Masotti - che dirige le operazioni. È vero che i preparativi fervono ormai da tempo, ma sabato 8 Aprile c’è stato il primo rito “visibile”.

Alle 7 del mattino un gruppo formato da Confratelli, portatori, devoti e giovani volontari, si è riunito nei pressi della Chiesa della Lama per uno dei riti tradizionali, il quale apre ufficialmente la Settimana Santa ma che, al contempo, è poco conosciuto in paese.

Come tradizione vuole, il sabato che precede la Domenica delle Palme vengono meticolosamente pulite le Croci che poi saranno portate in spalla dai Crociferi durante la Settimana Santa. Le Croci, inizialmente accatastate nel deposito sotterraneo della Chiesa, vengono portate su e appoggiate in un locale adiacente la Chiesa stessa. E questo, grazie alla collaborazione del sig. Vito Didonna, che da oltre 15 anni mette a disposizione i locali della sua abitazione per facilitare le operazioni propedeutiche alle processioni.

Le Croci sono state lucidate nel piazzale antistante i locali del sig. Didonna. Come in una catena di montaggio, ogni Croce veniva prima pulita con uno straccio umido, per togliere via la polvere. Poi la stessa Croce veniva lucidata con olio e aceto e portata - da qualche giovane devoto - nel deposito interno del sig. Didonna. Qui un volontario, con in mano un barattolo di pittura nera e un pennello, rifiniva eventuali sbavature. Quasi 150 Croci, senza contare quelle - poche a dire la verità - che alcuni Crociferi conservano gelosamente nella propria abitazione.

Intanto, nel locali sotterranei dell’Istituto Sant’Agostino, altri volontari si stavano occupando della preparazione delle basi dei simulacri dei Santi che sabato 15 Aprile saranno portati in processione. C’era chi spolverava la base, chi sistemava le luci. E chi si preoccupava di sistemare il lavoro in maniera efficiente.

Insomma. Uno squarcio sul lavoro “sporco” della Confraternita e dei devoti, che si mettono a disposizione gratuitamente. Con fede.


Qui tutte le foto, a cura di Dioguardi Fotografia

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI