Martedì 25 Giugno 2019
   
Text Size

Torre a Mare, la Passione di Cristo nella Parrocchia San Nicola

Torre a Mare. Concerto meditazione front

 

Si è concluso con un lungo applauso il concerto meditativo del coro polifonico torrammarese tenutosi domenica 9 Aprile all’interno della Parrocchia di San Nicola, teatro e sacra dimora di una intensa rappresentazione della Passione di Cristo, voluto e organizzato da don Fabio Carbonara.

Si è trattato di una rinnovata versione della morte e della Risurrezione che per la sua terza edizione è stata presentata attraverso un percorso fatto di musica e recitazione grazie al quale i fedeli hanno potuto vivere le emozioni legate alle ultime ore della vita di Gesù Cristo.

I canti del coro hanno accompagnato le rappresentazioni sceniche, partendo dall’ultima Cena, avvolgendo i fedeli in un’atmosfera sacra, resa ancor più intensa grazie alla natura meditativa dei brani trattati.

Un grande successo per alcuni versi inaspettato, soprattutto per via della giovane età del coro, nato solo due anni fa all’interno della parrocchia e composto principalmente da neofiti, tenuti insieme dalla passione e dalla volontà di imparare. Una trentina in tutto, tra donne e uomini, i quali con il loro impegno hanno dimostrato che nulla è impossibile.

I meriti dell’eccellente risultato ottenuto vanno condivisi con l’insegnante di canto Pia Sacco - formatasi presso il Conservatorio di Musica “N. Piccinni” di Bari, dove ha studiato Didattica della Musica - la quale è riuscita, grazie alle sue competenze e alla sua sensibilità, a tirar fuori da ognuno il meglio di sé.

Dopo aver diretto il coro, l’insegnante Pia Sacco ha, con evidente emozione, ringraziato i suoi allievi e le famiglie per il sacrificio fatto e l’intenso impegno dimostrato, evidenziando soprattutto la difficoltà dei brani e il poco tempo a disposizione per la loro preparazione. “Io in primis dico che è un miracolo”, ha affermato con tono sorpreso l’insegnante guardando il pubblico soddisfatto. “La tenacia ha vinto gli ostacoli e i momenti di sconforto”.

Ancora una volta i fedeli e l’intera comunità sentono di dover ringraziare il proprio parroco per aver donato loro una nuova emozione e un momento di intensa condivisione, collante fondamentale per la crescita emotiva ed intellettuale.


[da La Voce del Paese del 15 Aprile]

Torre a Mare. Concerto meditazione intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI