Mercoledì 21 Agosto 2019
   
Text Size

De Gasperi, a scuola con il “PiediBus”. FOTO

Noicattaro. Progetto “PiediBus” alla De Gasperi front

 

É stato accolta con entusiasmo ed allegria dagli studenti delle sezioni 2^ E–F della scuola primaria “De Gasperi” l’iniziativa “PiediBus” proposta dall’associazione “Parco Paradiso”, lo scorso 1° Aprile, con l’ausilio della Protezione Civile di Noicattaro.

“La nostra associazione - spiegano i volontari Luca Madio e Palma Boccuzzi - si occupa principalmente di educazione ambientale: cerchiamo di sensibilizzare i cittadini alla conoscenza ed al rispetto del nostro territorio”. E così, il “PiediBus”, l’autobus umano, nasce da un’idea di voler organizzare qualcosa in occasione della giornata de “L’Ora della Terra”, il 25 Marzo, ma per motivi organizzativi l’iniziativa è stata spostata al 1° Aprile.

“Abbiamo ideato tre linee di viaggio differenti: la linea gialla, la linea rossa e quella verde, con tre percorsi diversi, in modo da avvicinarci il più possibile alle zone di residenza degli studenti”, spiegano i volontari. “Ogni linea poi aveva due fermate per i ragazzi, che unendosi al ‘PiediBus’, dovevano mostrare il biglietto al controllore, ossia al primo ragazzo giunto alla fermata. All’arrivo, nel cortile della scuola, abbiamo poi effettuato alcuni laboratori sull’aria e sull’inquinamento atmosferico, costruendo infine degli aquiloni”.

Riscontrando un forte entusiasmo da parte dei piccoli studenti, i volontari di “Parco Paradiso” hanno chiesto di poter ripetere l’iniziativa del “PiediBus” con nuove date a Maggio.

Con una semplice camminata mattutina, si rende consapevole il bambino che un atto normalissimo come quello della passeggiata fa bene non solo all’ambiente, ma anche alla propria salute. Inoltre, si rendono più responsabili gli studenti quando sono in strada, insegnando loro ad essere più attenti in prossimità di semafori e incroci, educandoli all’attraversamento sulle strisce pedonali, offrendo piccole nozioni di educazione civica.

Ma soprattutto, il “PiediBus” offre agli alunni la possibilità di chiacchierare e scherzare, socializzando al di là dei banchi di scuola.

“Essendo volontari è difficile conciliare i nostri impegni lavorativi, le nostre risorse, con le varie iniziative”, concludono Palma e Luca. “Ma insieme agli altri due volontari, Olimpia e Domy, offriamo tutto il nostro impegno per ottenere anche piccoli risultati che possano portare alla salvaguardia del nostro ambiente e ad una Noicattaro più sostenibile”.


[da La Voce del Paese del 15 Aprile]

Qui tutte le foto

Commenti 

 
#1 William 2017-04-23 22:52
Complimenti! Che bella iniziativa.
Una cosa semplice ma molto efficace.
Si dovrebbe fare ogni giorno dell'anno.
Penso che bambini crescano meglio se non vengono
trattati come pacchi postali.
Ancora, BRAVI!
...soprattutto perché lo fate come VOLONTARI
;-)
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI