Domenica 25 Agosto 2019
   
Text Size

Un nuovo sport a Noicattaro: lo “scansa-tour”. FOTO

Noicattaro. Scansa-tour front

 

Sono tante le segnalazioni, su web e stampa, di un cittadino nojano che da anni si fa portavoce di quanti si trovino nella sua stessa situazione. Costretto a spostarsi su di una carrozzina ha, suo malgrado, la possibilità di imbattersi in quegli ostacoli che muovendosi in auto, o a piedi, si tende a trascurare. O, peggio, talvolta si creano senza che ci si renda conto.

Il nostro Comune ha certo dei limiti strutturali alla viabilità pedonale. Fatta salva qualcuna tra le vie commerciali, i marciapiedi sono spesso stretti, rotti o privi degli scivoli. E quando ci sono, capita che siano occupati da auto parcheggiate “giusto il tempo di prendere le sigarette”. Che per chi vorrebbe solo poter attraversare la strada è un tempo infinitamente lungo.

Passeggiando col nostro concittadino tra le vie del centro, ci siamo resi conto che non è effettivamente possibile percorrere più di qualche decina di metri sul marciapiedi prima di dover scendere e proseguire sulla carreggiata. Tra auto, scooter, camion e trattori. “Ma tu ci pensi che la stessa cosa la devono fare le signore con i passeggini? Gli anziani... Io sono giovane, ma un anziano come fa? Ti sembra normale dover attraversare questo tratto andando contromano?”, dice, attraversando l’incrocio che dalla piazza Umberto I da una parte porta a via Carmine e dall’altra su via Oberdan.

Durante il tragitto, sono diverse le persone a salutarlo. In tanti lo conoscono. Perchè è facile incontrarlo per le vie del centro. Ma soprattutto per la sua ostinazione nel voler continuare a ribadire la sua richiesta di ascolto. “Non possiamo continuare ad essere ignorati. Esistono delle leggi che ci tutelano ma a Noicattaro non sembra vengano rispettate”.

E lo scansa-tour prosegue con la segnalazione di diverse attività commerciali nelle quali gli è impossibile l’accesso. “Com’è possibile che nel 2017 non ci è consentito di poter accedere a tutte le attività commerciali? E mica solo quelle! Alla Lute organizzano dei corsi aperti a tutti. Mi sarebbe piaciuto tenermi impegnato con corsi manuali. Avrei imparato qualcosa di nuovo. Ma non ho modo di accedervi. Alla Asl, ci hanno ostacolato l’ingresso...”.

Ci mostra copia di due diverse richieste, che sarebbero state protocollate in arrivo presso il Comune di Noicattaro in data 27 Ottobre 2016 e 7 Marzo 2017, rivolte a sindaco, assessori, Dirigenti e, la prima, anche al Comandante della Polizia Municipale. In esse, leggiamo, si “denuncia (…) la condizione di assoluta inadeguatezza e di inciviltà della nostra cittadina per le condizioni di mobilità in sicurezza non solo per la categoria di disabilità alla quale appartengo, ma anche per tutte le altre, nonché per quelle categorie di cittadini più deboli quali anziani e bambini”. Riconoscendo la stessa come una situazione atavica, alla quale si è giunti dopo lunghi anni in cui è stata trascurata la messa in sicurezza dei percorsi su strade, piazze e luoghi tutti, lo scrivente confidava “nel nuovo corso amministrativo politico, affinchè si ponga rimedio a questa ingiustizia e totale disinteresse per la nostra condizione esistenziale”. Quel che si richiedeva nella prima missiva è che da quel momento in poi, dato che non è facile porre immediatamente rimedio alle omissioni del passato, venisse rivolta una maggiore attenzione alla costruzione di una città inclusiva. Ma l’impressione che ha avuto è che questa prima richiesta di aiuto sia rimasta inascoltata.

Per questo, più recentemente ha fatto richiesta di potere avere accesso all’elenco delle attività commerciali di nuova apertura, focalizzando la propria attenzione sulla disciplina applicata in merito alla possibilità di un disabile di accedere alle stesse attività. Il Regolamento Comunale per l’Insediamento delle Attività Commerciali prevede infatti all’articolo 2, comma “i”, che “l’accessibilità veicolare e pedonale è garantita anche a portatori di handicap ed ha dotazione di standard ambientali e parcheggi pertinenziali delle diverse tipologie di strutture di vendita”. Va specificato che la disciplina è ampia e che non possiamo affermare con certezza che il semplice cambio di gestione di un esercizio implichi l’adeguamento strutturale degli accessi. Tra le fonti in nostro possesso, alcune vincolano solo le costruzioni successive al 1989. A meno che non abbiano subito una ristrutturazione totale o un cambio di destinazione d’uso. Ma per questo rimaniamo nell’ipotetico finché un parere esperto non confermi o contraddica le sensazioni di un cittadino nojano “deluso. Perchè queste battaglie avevo cominciato a farle anni fa e mi era stato promesso che le esigenze di quelli nella mia situazione sarebbero state messe al primo posto. E invece... Ma non voglio dare addosso all’amministrazione o ai Vigili. Le cose da sistemare a Noicattaro sono tante, e nessuno ha la bacchetta magica. Quello che chiedo è per lo meno una risposta, il segno che qualcosa stia cambiando. O è necessario che costituisca un’associazione per essere ascoltato? Siamo tanti nella mia situazione...”.

Ci salutiamo su via Rocco Desimini, all’altezza dell’incrocio con via Incoronata. Anche lì, il marciapiede è percorribile solo su un lato. Dall’altro un cantiere-non cantiere e un marciapiede non al meglio.


[da La Voce del Paese del 22 Aprile]

Qui alcune foto

Commenti 

 
#4 Donald 2017-05-03 13:11
Chi ha fatto quelle foto poteva ritrarre anche tutti gli scivoli e passaggi pedonali permanentemente occupati da auto in divieto di sosta. Tanto per dare qualche spunto lavorativo alla Polizia Municipale!!!!!
 
 
#3 Patata 2017-05-03 05:31
Sarei curioso di conoscere ad oggi quante direttive ha impartito l'assessore al comandante e quante volte si è visto, se si è mai visto, negli uffici della polizia locale!
Una intervista al comandante la farei!
 
 
#2 Delegato 2017-05-02 06:12
Ma l'assessore alla polizia locale sapete che è il geometra?
 
 
#1 Donald 2017-05-01 11:24
Quando scattetanno un po di sanzioni a carico di chi occupa gli scivoli cob l'auto? Da queste parti ognuno fa i ...... suoi senza rispettare il prossimo e le leggi.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI