Sabato 17 Agosto 2019
   
Text Size

“Ci vediamo dietro ai baresi. Lì possiamo fare ciò che vogliamo”

Noicattaro. Problemi via Turati front

 

“Ci vediamo dietro ai baresi” è la frase che primeggia tra i ragazzi, per indicare il loro punto di incontro. La zona in questione è via Turati, nei pressi della Chiesa del Soccorso. Via che da anni viene frequentata da adolescenti e non solo. Questo non sembrerebbe essere un problema, ma di fondo lo è, soprattutto per chi ci abita. “Siamo stanchi. Da più di quarant’anni dobbiamo confrontarci con l’ineducazione dei ragazzi, ma adesso è tutto peggiorato”, dicono i residenti. “Non è voler essere pignoli, ma il problema è reale e serio”.

Difatti, ad ogni ora del giorno sono costretti a subire il via vai di intere comitive di ragazzi, che si incontrano anche di notte, non curandosi del rispetto altrui. Occupare un posto di proprietà comunale non è reato, ma lo diventa se viene meno il senso civico. “Bottiglie gettate per terra, nonostante la presenza degli appositi cestini, urla a qualsiasi ora del giorno e della notte. Succede di tutto”, sostengono i residenti. “Inoltre - aggiungono - alcuni entrano nelle case abitate e non, per i loro bisogni fisiologici, lasciando nel nostri giardini il loro bel ricordo”, dicono con disgusto ed amarezza.

Oltre a tutto questo, i residenti non si sentono davvero al sicuro nelle loro case, poiché esasperati da anni e anni di sopportazione, molte volte si vedono costretti ad affrontare i più giovani, esponendosi a rischi. “A volte siamo costretti a discutere con loro, nonostante si è la parte ‘lesa’ della situazione. Ma il tutto peggiora ulteriormente”, spiegano i residenti. “Difatti a toni accesi, chiamiamo le autorità, che ovviamente sono inesistenti. A quel punto i ragazzi presenti, consapevoli del non arrivo delle Forze dell’Ordine, ci beffeggiano e, il giorno dopo, ritroviamo le nostre auto e le nostre abitazioni danneggiate”.

Di certo vi è una sicurezza assente in via Turati. Zona in cui i suoi abitanti ricorrono al ‘fai da te’. “Oltre a rendere questo posto più sporco e meno tranquillo, adesso temiamo sia diventata anche zona di spaccio di stupefacenti”, continuano con rammarico i residenti. “Loro si nascondono qui per non essere visti, ma perché dobbiamo vederli noi? Abbiamo chiesto più sicurezza, delle telecamere di sorveglianza e più igiene, ma nulla ci è stato concesso”.

Infatti i residenti hanno dovuto provvedere alla pulizia dell’area verde, di proprietà comunale, potando gli alberi ed eliminando gran parte della sporcizia. “È più di un mese e mezzo che nessuno pulisce questa strada. Avviene soltanto la sostituzione delle buste dai cestini portarifiuti”, spiegano. “Molti di noi hanno chiesto delucidazioni ai Vigili, al Comune, ma dicono che questa non è loro competenza. Ci siamo rivolti persino al Centro di Raccolta Comunale dove, a parte una segretaria, non c’era più nessuno. Lei ci rispose che gli otto operai erano in malattia. A quel punto abbiamo dovuto rimboccarci le maniche, potando gli alberi, usati anch’essi come orinatoi, abbiamo tagliato le erbacce e raccolto la sporcizia, siringhe incluse”.

Il tutto lascia intendere che la situazione sembra andare sempre più a rotoli. Non dimentichiamoci che i cittadini vanno tutelati.


[da La Voce del Paese del 29 Aprile]

Qui tutte le foto

Commenti 

 
#10 Contributo 2017-05-08 13:19
Era impegnato a studiare come mettere a carico della collettività i suoi contributi!
Ma siamo proprio sicuri che poteva?
Stay tuned!
 
 
#9 ??????? 2017-05-05 17:42
il sindaco sempre pronto a rispondere sui social perchè non risponde?. Diceva di voler cambiare le cose, quali cose perchè non si confronta con i cittadini? Quante chiacchiere avete detto e continuate a dire ormai è quasi un anno che governate, il paese va sempre peggio e lui si gongola sui selfe.
 
 
#8 lucrezio 2017-05-05 17:19
Un vecchio detto nojano recita: u grass, ammain a calcc.
Questi ragazzi sono figli del fatuo benessere di questo paese, dato dalla mennavacca.
 
 
#7 Stanco 2017-05-05 16:21
Avete votato ciò che meritava noicattaro "l'incompetenza,la spavalderia e l'arroganza " termini che specificano l'essere di in un intero staff amministrativo , manichini da social , che non sono in grado di far niente x questo paese ..... adesso ......pagatene le conseguenze ........si andrà sempre di male in peggio ......
 
 
#6 Donald 2017-05-04 13:04
Anziché spendere 20.000 euro per ripristinare un inutile semaforo, buono solo a creare caos, code interminabili, inquinamento acustico ed ambientale, potevano pagare pattuglie serali dei vigili urbani, molto più utili a controllare il territorio urbano e la parte più incivile dei noiani.
 
 
#5 pinucciodelporto 2017-05-04 11:13
Ma dove vivete? Di cosa Vi lamentate? Chi è causa dei propri mali, pianga se stesso.
Figli a chi sono questi vandali?
Al Sindaco? Ai vigili?....A Voi!!!!
Mazze e panelli fanno i figli belli!!!!
 
 
#4 Pro veritate 2017-05-04 10:13
Domanda semplice, semplice:
dove sono il sindaco, il vicesindaco, l'assessore, i consiglieri,gli attivisti pentastellati, i vigili? Nelle passate amministrazioni quelli che ora giocano a a fare i bravi amministratori, non ne hanno persa una di occasione per puntare il ditino accusatorio nei confronti di chi malgovernava questo paese. Ed ora,a parte i proclami e qualche superficiale spolverata con la polvere infilata debitamente sotto il tappeto, situazione da status quo, Sui grandi temi, pur cavalcati in campagna elettorale e relative soluzioni, il silenzio risulta ancora oggi, ASSORDANTE.
DILETTANTI, PRESUNTUOSI E SACCENTI ALLO SBARAGLIO. POVERA NOICATTARO! DALLA PADELLA ALLA BRACE!
 
 
#3 Donald 2017-05-04 09:25
Il degrado nasce dove manca il controllo del territorio da parte delle Amministrazioni e dell'Autorità preposta (VV.UU. in primis).
 
 
#2 DNA MARCIO 2017-05-04 09:04
Purtroppo il DNA del Nojano è questo. Nel suo codice genetico è presente solo il gene della maleducazione.
 
 
#1 superstufo 2017-05-04 08:23
L'inesistenza di forza pubblica a Noicattaro è la prima questione in assoluto che deve risolvere il sindaco. " Muoviamoci !!! "
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI