Giovedì 17 Ottobre 2019
   
Text Size

“Cronache dall’eternità”, alla Pende il romanzo di Helena Paoli

Noicattaro. Presentazione libro Helena Paoli front

 

Lo scorso lunedì 8 Maggio, la giovanissima autrice Helèna Paoli ha presentato il suo primo romanzo “Cronache dall’eternità” presso l’auditorium della scuola media “Pende”, al cospetto degli alunni delle classi II e III, questi ultimi supportati dalla concomitante presenza di alcune docenti. Tra queste, la prof.ssa Fornelli e la prof.ssa Dipierro, rispettivamente ex docente di Lettere e di Matematica dell’autrice, che della Paoli ne tracciano profilo e ricordo, esaltandone al contempo tenacia e innate abilità.

Nel corso della sua lunga disquisizione, l’appena diciottenne autrice sottolinea ripetutamente l’importanza della lettura quale importante strumento di formazione per aspiranti scrittori e non, spronando e invogliando i ragazzi a sfruttare tutte le occasioni che la scuola offre. “Sono un’avida lettrice di romanzi”, si racconta la Paoli. “Con il passare del tempo è stato quasi naturale pensare di scrivere un romanzo tutto mio”.

Primo volume di una trilogia fantasy - il cui seguito sarà presentato il 19 di questo stesso mese presso la libreria Feltrinelli di Bari - “Cronache dall’eternità - Principessa del tempo” inizia con una giovane ragazza di 16 anni, Juliet, che rimane vittima di un incidente stradale mortale, con l’intero romanzo che si dipana come una sua avventura post mortem. Dopo il tragico prologo, Juliet si risveglia in un mondo che non segue le stesse regole del nostro, ma appare totalmente diverso anche da un punto di vista fisico. Poiché Juliet non ricorda molto della sua vita precedente, la narrazione viene portata avanti un po’ seguendo le vicende del nuovo mondo fantastico, un po’ ricordando gli accadimenti della vita precedente della protagonista che l’hanno condotta al punto in cui si trova.

“Il genere che mi ha appassionato fin da piccola è quello fantasy”, ricorda l’autrice. “Si tratta di una vera e propria passione proseguita nel tempo”. Come la stessa Paoli riferisce, numerose sono le opere ad aver contribuito alla sua personale formazione; tra queste, un ruolo importante l’ha sicuramente avuto la saga fantasy più famosa al mondo, quella di Harry Potter, assieme al contributo di numerosi altri romanzi, saghe nostrane comprese, tra cui “Cronache del mondo emerso” di Licia Troisi. L’insieme di queste opere lette nel tempo forma dunque l’autrice Paoli, intervenendo a sviluppare l’immaginario in cui si spostano i suoi personaggi. “L’obiettivo è quello di avere un giorno la possibilità di scrivere senza dovermi curare d’altro: mi auguro che questo sia quello che potrò fare per sempre poiché rappresenta la mia passione”.

Da ex studentessa della “Pende”, Helèna Paoli, italianissima a dispetto del nome che potrebbe far pensare a origini straniere, approda all’auditorium della citata scuola in modo naturale, quale logica conseguenza di una scelta pressoché inevitabile. “Gran parte della mia formazione letteraria è iniziata in questa sede, dove la passione per la lettura mi è stata trasmessa dai docenti che ho avuto la fortuna di incontrare qui a scuola”.

Come ricorda infine l’autrice, “iniziare a leggere quando si è così giovani significa veramente poter cambiare la propria vita in meglio, sia perché i libri possono esserci di conforto in momenti difficili, sia perché gli stessi ci offrono l’opportunità di indagare all’interno delle nostre essenze e, quindi, di migliorarci come persone e come cittadini”.


[da La Voce del Paese del 13 Maggio]

Qui alcune foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI