Lunedì 21 Ottobre 2019
   
Text Size

“Primavera di Legalità”, la scuola Pende non dimentica

Noicattaro. Evento legalità scuola Pende front

 

Da anni l’Istituto Comprensivo “Gramsci-Pende” di Noicattaro lotta contro l’illegalità. Un percorso iniziato nel 2004 con il progetto “Lega le ali all’illegalità”. Per anni, infatti, l’auditorium “Falcone-Borsellino” della scuola media “Pende” - inaugurato nel 2005 da Maria Falcone, sorella dell’illustre magistrato vittima di mafia - ha ospitato chi con mano ha vissuto l’ingiustizia di questo mondo marcio.

Giovanni Impastato, Maria Falcone, Antonio Monti, Rita Borsellino, Piero Aiello e tanti altri, con le loro testimonianze, anno dopo anno, hanno collaborato, senza esitazione, con l’istituto nojano.

Quest’anno la “Pende”, con gli alunni delle proprie prime e gli alunni delle classi quinte della scuola primaria “Gramsci”, non ha commemorato soltanto il XXV anniversario della strage di Capaci di via D’Amelio, ma con la “Primavera della Legalità” - che ha sostituito il precedente progetto - nelle giornate di martedì 23 e mercoledì 24 Maggio, ha dato vita a vari laboratori, affinché si potessero conoscere le varie sfaccettature della illegalità più vicine agli adolescenti.

Difatti Roberto Alberghetti, scrittore del “Librofonino”, ha accompagnato i ragazzi in queste due interessanti giornate, discutendo con loro delle insidie che la rete internet nasconde. “La Fake News, notizia bufala - spiega tra le varie notizie Alberghetti - ha un sistema di contagio, con l’unico scopo di creare disagi a chi la legge”.

Purtroppo i fenomeni della rete sono in crescita, pertanto l’Istituto Comprensivo vorrebbe combattere questa forma di illegalità, informando i ragazzi e mettere fine a questi sistemi distruttivi, come il cyberbullismo.

Alberghetti inoltre ha spiegato come le condizioni fisiche e mentali delle persone siano state condizionate negativamente dall’uso scorretto del telefonino. “Le statistiche dimostrano che la postura sempre a 60°, con la testa china sul cellulare, abbia causato problemi alla schiena delle persone, che ad oggi presentano la gobba”, specifica lo scrittore.

“È un cammino che dura anni e che non interromperemo”, assicura il Dirigente Scolastico, prof.ssa Rosaria Giannini D’Ursi. “Andremo avanti con la ‘Primavera della Legalità’, presenteremo nuovi progetti per gli anni a venire. La ‘Pende’ non dimentica”.


[da La Voce del Paese del 27 Maggio]

Noicattaro. Evento legalità scuola Pende intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI