Giovedì 17 Gennaio 2019
   
Text Size

Protezione Civile, benedetto il defibrillatore di nome “Rosanna”

Noicattaro. Benedizione defibrillatore e mezzo antincendio Protezione Civile front

 

Continuare a vegliare, a operare per il bene delle persone care. È questo l’atteggiamento che Rosanna avrebbe avuto se fosse stata qui con noi, se la malattia che l’ha strappata troppo presto dalle braccia dei suo affetti le avesse dato un’altra chance. E invece così non è stato. Quello che però la malattia non porterà mai via, sono i ricordi di questa dolce signora che suo marito Vito Redavid e suo figlio Gianvito custodiranno per sempre.

Per rendere vivo il ricordo di Rosanna, la famiglia Redavid ha donato un defibrillatore alla Protezione Civile di Noicattaro. Benedetto con la Santa Messa celebrata da Padre Giuseppe Conversa nella Chiesa della Lama, domenica 21 Maggio, al defibrillatore è stata apportata una targhetta col nome di Rosanna. Alla celebrazione ha partecipato anche il Consorzio di Vigilanza Campestre e Urbana di Noicattaro, rappresentato da Marino Santamaria.

Prima della benedizione finale ai fedeli, il sindaco Raimondo Innamorato, ricevuto sull’altare da Padre Giuseppe, ha ringraziato i cittadini nojani per l’attenzione che hanno dedicato a questo importante apparecchio salvavita. Con il ricavato ottenuto dalla lotteria indetta dalla Protezione Civile nel periodo di Pasqua, è stata raggiunta una cospicua somma di denaro per procedere all’acquisto del defibrillatore, cosa che è stato possibile fare grazie al contributo della famiglia Redavid. “Da oggi questo dispositivo potrà essere utilizzato dai nostri angeli custodi per salvare delle vite”, ha detto il primo cittadino. “Ed è importante questo perché noi cittadini di Noicattaro possiamo sentirci più protetti”.

Molto spesso si sottovaluta l’incidenza che una associazione di volontari di Protezione Civile ha sul paese. Le alluvioni, i principi di incendio e le calamità naturali rappresentano situazioni di emergenza a cui bisogna far fronte con la massima tempestività. “Ecco - continua il sindaco - per me, in qualità di rappresentante delle istituzioni, è confortante contare su di loro”.

Oltre al defibrillatore, la Protezione Civile ha ricevuto l’auto che, acquistata dalla vecchia amministrazione con fondi regionali, per questioni burocratiche era ferma da quattro anni. Sarà utilizzata come spargisale per prevenire la formazione di ghiaccio sul manto stradale e cumuli di neve, oltre ad essere utilizzata come mezzo di trasporto a fronte di manifestazioni e altro.

Quello che rende quest’auto particolarmente speciale è l’installazione di una cisterna contenente 400 litri di acqua. Lungi dal voler sostituirsi ai Vigili del Fuoco, la Protezione Civile potrà effettuare un primo intervento per spegnere principi di incendio. Un passo molto importante per la sicurezza della nostra cittadina che il sindaco ha evidenziato a chiusura del suo intervento.

Commossa e felice, gli occhi del neo presidente della Protezione Civile, Chiara Delliturri hanno espresso tutta la loro gratitudine nel vedere i cittadini nojani così vicini alla sua associazione e ai fini che intende perseguire. Impegnata nell’associazione da cinque anni, il volontariato fa parte della sua vita, così come la signora Rosanna che ha sempre creduto nella missione dei volontari. Molto spesso Rosanna chiamava sua cugina Chiara per poterla accompagnare nelle sue visite di routine perché, come ricorda il presidente, “il 118 arrivava sempre tardi”. Rosanna è anche il nome dell’auto che servirà per trasportare persone in difficoltà.

È una grossa responsabilità quella che Chiara Delliturri, presidente da due mesi, deve affrontare nel suo cammino in associazione, ma che è ben lieta di sobbarcarsi grazie anche all’appoggio dei volontari che hanno creduto in lei. “Voglio ringraziare la cittadinanza per aver contribuito all’acquisto del defibrillatore e in particolare a Vito Redavid e suo figlio Gianvito. Ma grazie soprattutto a Rosanna che è sempre qui con noi”.


[da La Voce del Paese del 27 Maggio]

Qui tutte le foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI