Giovedì 17 Ottobre 2019
   
Text Size

“Splash...”, i bambini della Sabin vanno in piscina. FOTO

Noicattaro. Progetto “Splash…giochi in acqua” alla Sabin front

 

Andare in piscina nelle ore di lezione. Non è un meraviglioso sogno di mezza estate, ma è ciò che accade ogni anno ai bambini 5enni della scuola dell’infanzia “Sabin”.

A loro, infatti, è rivolto il progetto “Splash…giochi in acqua”, sviluppato nell’ambito del P.T.O.F. (Piano Triennale Offerta Formativa), nel quale questi bambini si confrontano con il meraviglioso mondo dell’acqua, sviluppando nuove capacità motorie e anche psicologiche.

“Questo progetto - ci spiega Francesca Guerini, una delle referenti, nonché insegnante presso la stessa scuola - mira a sviluppare l’autonomia dei bambini, sia per quanto riguarda la loro organizzazione come, ad esempio, gestirsi il proprio borsone, sia per quanto riguarda il loro adattamento ad un luogo sconosciuto e di cui essi devono avere rispetto”.

Un progetto che mira ad accrescere l’autostima in molto bambini. “Durante i primi giorni - continua l’insegnante - molti bambini non volevano nemmeno entrare in acqua, reagendo anche con il pianto. Ma, con il passar del tempo, conoscendo e fidandosi meglio delle loro istruttrici, hanno vinto questa loro paura e sono entrati tranquillamente in piscina, riuscendo alla fine anche a divertirsi con gli altri amichetti”.

Un’attività che non vuole essere una scuola di nuoto. “Quello che facciamo non è assimilabile alle scuole di nuoto”, continua la docente. “Infatti i bambini sono in acqua con i braccioli. Ciò che vogliamo accrescere in loro è semplicemente la loro confidenza con l’acqua, far sviluppare nuove forme di socializzazione sia con i loro amichetti, sia con figure fin ad allora sconosciute, come le istruttrici”.

Il tutto si svolge presso la piscina del complesso alberghiero dell’Una Hotel Regina, sotto lo sguardo attento e professionale degli istruttori dell’associazione Asd Nova Almus, che accompagnano i bambini in tutti i loro esercizi ed attività.

Il progetto, partito lo scorso 10 Aprile, vede la partecipazione di tutte le sezioni dei bambini 5enni, che turnano per tre volte a settimana. Il tutto prevede 8 sedute che culmineranno poi in una lezione aperta in cui tutti i genitori potranno assistere ad una dimostrazione che illustrerà tutto il lavoro svolto in questi mesi, il 19-20-21 Giugno prossimi.

Dopo la lezione, poi, i piccoli bimbi, entusiasti e rinvigoriti, sono tornati in classe regolarmente per riprendere tutte le attività.

Un nuovo modo di vedere la scuola dell’infanzia quindi, una scuola non più statica e relegata tra le quattro mura del complesso scolastico, ma aperta a nuovi ambienti e a nuove situazioni. Situazioni che i bimbi, uomini e donne del domani, sapranno in questo modo affrontare e risolvere nel migliore dei modi.


[da La Voce del Paese del 27 Maggio]

Qui alcune foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI