Lunedì 24 Giugno 2019
   
Text Size

“Donare è Vita”, al PalaPertini il Triangolare del Cuore. FOTO

Noicattaro. Triangolare del Cuore front

 

Un binomio, quello fra sport e solidarietà, sempre più consolidato. Sabato 20 Maggio, a partire dalle 17.00, si è tenuto al Palazzetto dello Sport “Pertini” di Noicattaro il triangolare a cura dell’associazione “Continuerò a vivere in te”, in collaborazione con la sezione nojana dell’Associazione Italiana Donazione Organi (A.I.D.O.). Un pomeriggio dedicato alla sensibilizzazione verso la cultura della donazione non solo del sangue, ma soprattutto degli organi. A pianificare la manifestazione Enzo De Rosa, presidente di “Continuerò a vivere in te”, e Loredana Caccavale, collaboratrice dell’associazione e volontaria della Croce Rossa.

A scendere in campo le tre squadre composte da sindaci e vicesindaci, trapiantati e dializzati, volontari della Croce Rossa di Bari. Fuori dal campo protagonisti il comico barese Nicola Caldarulo, meglio noto come Vitone, che ha simpaticamente condotto la serata, il duo “Lino e Tiz”, che hanno anche partecipato al torneo stesso, la band dei “Soul Sister” e per i più piccoli le animatrici Pagnotta e Musina: tutti ospiti che hanno contribuito al clima di allegria e spensieratezza che si voleva dare all’evento.

Dopo l’esibizione canora di apertura dei Soul Sister, gli organizzatori hanno raccolto le squadre e tutti i partecipanti ai giochi al centro del Palazzetto per presentare insieme l’iniziativa. Enzo De Rosa e Loredana Caccavale hanno evidenziato il motivo per cui Noicattaro sia stata scelta per ospitare la manifestazione: le famiglie di Onofrio Pepe e di Leonardo Epifanio, deceduti giovanissimi in due incidenti stradali, con un gesto di coraggio e generosità hanno scelto di far “rivivere” i loro figli donando i loro organi per salvare altre vite. “Una campagna di sensibilizzazione, insomma, che possa coinvolgere tutti i paesi del territorio, indipendentemente dal colore politico”, mette bene in chiaro Loredana Caccavale. L’obiettivo che da anni muove l’associazione “Continuerò a vivere in te” - composta fra l’altro da molte persone che hanno vissuto in prima persona l’esperienza della donazione - è quello di trasmettere ancora una volta, nella maniera più forte possibile, che “donare è vita”, e significa restituire una speranza a chi non ne ha più. Incoraggiante come in Italia le donazioni e i trapianti siano in costante aumento: un recente studio ha infatti mostrato che nel 2017 i donatori sarebbero aumentati del 14,9% rispetto all’anno scorso. Il sindaco Raimondo Innamorato è intervenuto per sottolineare l’importanza delle iniziative di sensibilizzazione e ringraziare le famiglie di Onny e Leo per il gesto di generosità. Anche la questione del commercio illecito di organi, che ci riguarda più da lontano, può ostacolare la donazione, e per questo motivo campagne di questo tipo diventano ancor più importanti. Innamorato ha poi annunciato ai presenti che è in dirittura d’arrivo a Noicattaro l’introduzione della speciale dicitura sulla parte posteriore della Carta d’Identità che certifichi lo status di donatore.

Dopo la fase introduttiva, si è aperto il vero e proprio torneo. Mentre la squadra dei sindaci e vicesindaci e quella dei trapiantati e dializzati scendevano in campo per la prima partita, accompagnate dalla coinvolgente telecronaca di Vitone, i volontari hanno dato il via alla vendita dei biglietti di una speciale lotteria, il cui ricavato è destinato interamente all’associazione per una forma di autofinanziamento. Chiunque, al costo di due euro, ha potuto concorrere alla vincita di alcuni premi messi a disposizione da alcune attività commerciali di Noicattaro e Rutigliano.

Durante i brevi intervalli fra le gare, le testimonianze dei membri dell’associazione, con il racconto delle proprie storie di trapiantati e dializzati, tornati ad una vita grazie alle operazioni e alle cure attraverso i macchinari. I vicepresidenti di A.I.D.O. Fratres, con il supporto dello stesso Vitone, hanno informato la platea sulle varie forme di donazione.

A conclusione del torneo, vinto dai volontari della Croce Rossa, ci sono state le premiazioni: coppe alle squadre e targhe a tutti i protagonisti della manifestazione, compresi gli amministratori comunali di Noicattaro, Capurso e Valenzano. Tra i premiati anche la giovane Alessia, autrice della poesia “Continuerò a vivere in te”, omaggiata con una medaglia dal sindaco.

La manifestazione si è chiusa con il saluto ad Onofrio e Leonardo, raggiunti dai palloncini bianchi a forma di cuore lasciati liberi in volo. Perché, grazie al dono, i due angeli sono più che mai vivi nelle persone che restano.


[da La Voce del Paese del 27 Maggio]

Qui tutte le foto, a cura di Mario Marinoni

Commenti 

 
#1 Loredana 2017-06-01 07:14
Grazie
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI