Domenica 17 Novembre 2019
   
Text Size

“Corri, salta e impara”, la Sabin fa festa al Palazzetto. FOTO

Noicattaro. Progetto “Corri, salta e impara” alla Sabin front

 

“Corri, salta e impara” fa parte di un progetto ministeriale promosso dal M.I.U.R. e dal C.O.N.I. e ha lo scopo di far cimentare i bambini cinquenni in esperienze motorie diverse ed imparare giocando ad acquisire, fin da piccoli, un senso morale. La scuola dell’infanzia “A. Sabin” dell’Istituto Comprensivo “Gramsci-Pende” - principale organizzatrice - insieme alla scuola dell’infanzia “Aldo Moro” del 2° Circolo di Rutigliano, hanno realizzato il percorso ludico-motorio che ha avuto luogo nel Palazzetto dello Sport “S. Pertini” di Noicattaro.

Così sabato 27 maggio, alle 9.30, il parquet del Palazzetto è stato allestito di attrezzi come cerchi, tappetini, barriere per la corsa ad ostacoli, essenziali per l’esibizione dei bambini. Si tratta di un evento che è ormai alla sua terza edizione e presenta un tema diverso ogni anno. Questa volta, a ispirare l’ attività progettuale è stata la favola di Pinocchio, considerata la favola morale più famosa del mondo, come disse Luigi Comencini.

Gli alunni di ogni terza sezione della scuola dell’infanzia sono stati divisi in tre gruppi: “grilli” (bambini in maglietta verde) “Pinocchio” (in maglietta bianca) e “volpi” (in maglietta rossa). Il gioco consisteva nel personificare ruoli differenti che interagivano fra loro: il gruppo delle volpi rincorreva e suggeriva azioni scorrette al gruppo di Pinocchio, trascinandolo a divertirsi senza prestare attenzione a persone, cose e animali. Di contro, Il gruppo dei grilli “saltava” in aiuto del gruppo di Pinocchio per farlo riflettere, coinvolgendolo a comportamenti più attenti. Lo scopo era quello di riuscire a portare sulla giusta strada non solo il gruppo di Pinocchio ma anche quello delle volpi che, al termine della performance, saltava e giocava insieme agli altri due gruppi, rappresentando in questo modo lo stare insieme e il condividere emozioni nella loro pienezza.

Al termine dell’evento, gli alunni delle due scuole hanno congedato il pubblico delle famiglie con un canto conclusivo “Prendi un emozione”, canzone dello Zecchino d’Oro che riassume l’atmosfera che ha caratterizzato tutta la giornata. Dopo ci sono stati i dovuti ringraziamenti da parte degli insegnanti e di quanti hanno contribuito alla riuscita del progetto. Il Dirigente Scolastico, prof.ssa Rosaria Giannini D’Ursi, ha voluto ringraziare gli insegnanti ma anche i bambini, protagonisti indiscussi dell’evento, che hanno dimostrato di essere felici per aver partecipato. Presente anche il consigliere Anna Rita Didonna, che ha posto l’accento sul “senso morale” di questo percorso, di come sia stato importante perché educa il bambino alla legalità e a diventare un buon cittadino.


[da La Voce del Paese del 3 Giugno]

Qui alcune foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI