Venerdì 23 Agosto 2019
   
Text Size

“Acqua e Arte, Armonia e Musica”, la Lute...in festa! FOTO

Noicattaro. Lute...in festa front

 

Sabato 27 Maggio alle ore 19.30, presso il Chiostro Palazzo della Cultura di via Console Positano, si è tenuto un evento di danze, saggi, balli e sfilate da parte della Lute (Libera Università Della Terza Età) di Noicattaro.

Prima che tutto avesse inizio, abbiamo incontrato il presidente, prof.ssa Maria Zaccaro, per una breve intervista sulla serata del giorno 25 Maggio, tenutasi presso la Sala Consiliare. Un concerto dove si sono esibiti tutti i corsisti del dipartimento musicale, sviluppando per tutta la serata il tema dell’anno, l’acqua, imposto dall’Associazione Nazionale Federuni. Sono stati eseguiti canti di carattere religioso e profano, affiancati dal corso di spagnolo dove hanno esibito il canto “Agua es”, simboleggiato dai cappelli spagnoli e sciarpe celesti. Durante la serata ci sono state letture di poesie francesi sull’acqua, mettendo in risalto l’acqua dal punto di vista simbolico, l’acqua come speranza, purezza e limpidezza, come un augurio ad una società chiara, trasparente e pulita. Il concerto è proseguito con l’esibizione di Ensemble di chitarre, un duo di flauto e pianoforte con la pianista Olimpia Deleonardis e il flautista Damiano Verni, esibendo il famoso pezzo jazz di La La Land Medley. Sassofoni e pianoforte si sono esibiti con vari brani, concentrandosi anche loro sul tema dell’acqua e continuando con brani più moderni. La serata del 25 Maggio è terminata con gli ultimi due canti, “La Barcarola” da I due Foscari, e “Beviam Beviam” di G. Verdi, da parte del coro Rito Selvaggi.

Sono state le danze storiche, proposte dall’insegnante Marcella Taurino, a dare inizio all’evento di sabato 27 Maggio, con eleganti suite di valzer ed abiti dell’epoca. Subito dopo abbiamo potuto ammirare la sfilata di abiti - a cura di Isa Dirutigliano - cuciti a mano, di vario genere e modello, indossati da alcune donne della Lute. Anche lo sport ha animato la serata, con dei saggi ginnici a cura di Benedetta Antonacci, mostrandoci la grinta e la dinamicità del gruppo, che a fine seduta hanno salutato il pubblico presente sventolando dei nastri color celeste, simboleggiando l’acqua. Il brano “Il mondo” ha accompagnato l’entrata del gruppo supportato dall’insegnante Rosa Appice, che hanno dato inizio ad un mix di balli di gruppo, tra cui il Mambo, Soy Mexicano, Bottata e l’energico ballo del Zumba.

Il pubblico ha apprezzato molto, applaudendo ogni ballo e accompagnandoli con dei battimani. L’atmosfera creata da parte del pubblico, con applausi e accompagnamenti, è continuata grazie all’entrata del maestro di Zumba Pino Dipierro ed il suo gruppo. Brani moderni e con ritmi veramente elevati ci hanno mostrato l’impegno del gruppo nell’essere coordinati tra loro, e soprattutto abbiamo visto quanta voglia ed energia ci sia in un gruppo così unito e pieno di gioia. Tutti i partecipanti del gruppo, durante tutta l’esibizione dei balli di Zumba, hanno sottolineato il tema dell’acqua ballando con un nastro color celeste legato ad un polso.

Si cambia genere, l’insegnante Marcella Taurino con il suo gruppo è entrata in scena e ci ha mostrato alcune danze popolari dell’epoca, tra cui “Highlander Barn Dance”, una danza popolare scozzese che il gruppo ha ballato alla perfezione indossando abiti scozzesi, immergendosi proprio in quell’epoca.

Una serata all’insegna del divertimento, ma sopratutto di quanto impegno e spirito di volontà abbia messo il gruppo intero della Lute, mostrandoci come si è ripagati dopo aver messo se stessi in gioco, impegnandosi, e allo stesso tempo divertendosi ed imparando sempre. Il presidente, prof.ssa Maria Zaccaro, ha ringraziato tutto il pubblico per la partecipazione, gli organizzatori, assessori e consiglieri, ma in particolare un ringraziamento speciale lo ha dedicato al suo fantastico gruppo della Lute, incitandoli sempre più e continuando a dare sempre il massimo.


[da La Voce del Paese del 3 Giugno]

Qui tutte le foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI