Mercoledì 23 Gennaio 2019
   
Text Size

Torre a Mare, una fine d’anno sotto Scacco alla “Mameli”

Torre a Mare. Scacchi Umani front

 

Cartesio asseriva che “la matematica sia il più importante strumento di conoscenza tra quelli lasciati in eredità dall’agire umano, essendo la fonte di tutte le cose”. La matematica intesa come espressione di un percorso logico-cognitivo, applicabile anche al gioco e non solo in campo scientifico ed economico.

La matematica è da sempre stimolo per lo sviluppo cognitivo dei giovani studenti, come dimostra il progetto curricolare che le maestre Maria Sterpeta Di Gennaro e Angela Ferrigni della scuola primaria “Mameli” di Torre a Mare hanno realizzato con gli alunni delle classi 5^E e 5^H.

Il progetto, denominato “Giocologicamente”, ha visto protagonisti i ragazzi delle due quinte, i quali si sono cimentati durante tutto l’anno scolastico con esercitazioni e giochi atti a sviluppare il processo logico-cognitivo delle giovani menti.

La maestra Maria Di Gennaro ci ricorda come il gioco è espressione universale di fondamentali bisogni umani, elemento indispensabile di civiltà e culture diverse. Nel gioco la matematica era sempre nascosta in ogni singolo ragionamento necessario e prodromico allo svolgimento delle attività ludiche.

La maestra Ferrigni, dal canto suo, ci spiega come giocando gli alunni hanno scoperto che è necessario seguire le regole e che alla fine si può anche perdere, ma la cosa più importante è comprendere come non si può vincere senza partecipare.

La matematica e la logica applicata al gioco trova le sue origini nei papiri egizi, presso gli antichi greci. Persino Dante Alighieri e Leonardo Da Vinci elaborarono giochi ed indovinelli matematici mirati alla totale espressione della logica applicata, attraverso un percorso ludico.

Il progetto “Giocologicamente” si è concluso giovedì 1° Giugno, nel cortile della scuola “Mameli”, dove è stata allestita per l’occasione una scacchiera umana. Gli scacchi rappresentano per eccellenza sono un gioco di logica, riflessione, che di fatto mira a sviluppare le facoltà cognitive dei giocatori. Alla scacchiera si sono seduti due rappresentanti delle classi 5^E e 5^H, i quali in perfetto stile british, hanno dato vita ad un’avvincente partita. Ogni singola mossa veniva eseguita materialmente dai propri compagni schierati sulla scacchiera.

Il progetto “Giocologicamente” ha di fatto chiuso l’anno scolastico e, come da tradizione, gli alunni delle quinte hanno regalato emozioni e lacrime con i loro pensieri rivolti alle maestre, che li hanno guidati per cinque lunghi anni, forse i più importanti della loro vita.

Soddisfatto il Dirigente Scolastico, prof.ssa Annamaria Lagattolla, che nel suo breve intervento ha ribadito ancora una volta quanto sia meraviglioso svolgere la missione di educatori, ma soprattutto quanto sia importante comprendere la responsabilità di essere insegnanti.


[da La Voce del Paese del 10 Giugno]

Torre a Mare. Scacchi Umani intero1

Torre a Mare. Scacchi Umani intero2

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI