Domenica 20 Gennaio 2019
   
Text Size

“Puttana grilina”, biglietto offensivo ad un consigliere M5S

Noicattaro. Messaggio consigliere front

 

Stiamo forse superando ogni limite. La politica non può sfociare nell’offesa personale. La politica deve unire, e non dividere. Soprattutto se il fine ultimo è il bene comune.

Lo scorso martedì 13 Giugno un consigliere comunale di sesso femminile del Movimento 5 Stelle ha trovato sulla propria auto un biglietto che probabilmente non ha bisogno di altri commenti. “Puttana grilina” si legge sul foglio. Errore grammaticale a parte, il contenuto del testo scritto a matita ha un peso non indifferente. Una minaccia? Una intimidazione? Chiamatela come volete, tanto non sarà questo a cambiare la storia.

“Inizialmente pensavo fosse una multa”, ha commentato la diretta interessata. “Infatti ho sorriso vedendo l’errore grammaticale. Poi mi hanno fatto notare che si trattava di una offesa seria. Allora ho subito chiamato i colleghi consiglieri. Prima di proteggere me, devo proteggere le altre donne del gruppo”.

E non è importante a chi sia arrivato il biglietto! Chi ha colpito lo ha fatto e basta, in un modo folle, oltre che volgare e disonesto. I consiglieri comunali di sesso femminile in seno al Movimento 5 Stelle sono ben cinque: Anna Rita Didonna, Maria Rosa Debellis, Mariagrazia Tritto, Sonia Nuzzi e Anna Maria Borgia. “Chi tocca una di noi, colpisce tutte”, commenta una di loro. “Ci sentiamo offese tutte, perché è come se quel biglietto fosse arrivato ad ognuno di noi. Siamo compatti, e questo evidentemente infastidisce qualcuno”.

Il biglietto è solo la punta dell’iceberg. “Ogni giorno noi subiamo attacchi personali davvero pesanti sui social network, soprattutto da ex amministratori”, aggiunge una grillina. “Ma la cosa peggiore è vedere chi continua a fomentare questo tipo di odio, anche con il semplice ‘mi piace’ su Facebook”.

I consiglieri donna non hanno paura. “Qualcuno pensa che queste intimidazioni possano fermarci. Devono sapere che non sarà così. Noi abbiamo scelto questa strada, e la porteremo avanti. Costi quel che costi. Siamo un gruppo che si raduna intorno alle idee, e non perché deve fare un’accozzaglia per una questione numerica. Paura? Questo biglietto ci sprona ancora di più. È come se ci avessero ricaricato: stanno trasformando la Berlina in Ferrari”.

Un attacco che giunge in un momento politico preciso. “Forse arriva ora, in occasione del ‘Restitution Day’, giorno in cui gli amministratori del Movimento 5 Stelle restituiranno parte del compenso, o in occasione dell’anniversario della nostra elezione”.

Tutto questo è vergognoso. “Hanno dimostrato ancora una volta di essere vili e viscidi. E se non moderano i loro commenti su Facebook, ci saranno le querele”. Il gruppo si è già rivolto ai Carabinieri per denunciare l’accaduto. “I Militari hanno aggiunto questa vicenda ad una serie di racconti da noi protocollati. E il cerchio si stringe”, chiudono.

Una storia davvero pessima. Alle donne del Movimento 5 Stelle giunga la nostra solidarietà.


[da La Voce del Paese del 17 Giugno]

Noicattaro. Messaggio consigliere intero

Commenti 

 
#8 E i fu 2017-06-25 17:32
Alla fine del vostro mandato saranno più le querele che i fatti concreti per la nostra città. Personalmente condannò certi atteggiamenti ma non potete passare 5 anni a fare solo querele.
 
 
#7 Pic Asso 2017-06-21 14:44
Grafologo o Graffittaro?
 
 
#6 grafologo 2017-06-21 12:18
Non è opera di un ignorante, gli ignoranti non iniziano mai con la maiuscola, anche se poi hanno voluto camuffare scrivendo il tutto a stampatello e facendo errore grammaticale, la R e la G, presentano tratti raffinati che solo in una bella firma sono presenti, sicuramente opera di un GRILINO,infatti è da un po' di tempo che vi calpestate i piedi fra voi stessi....
 
 
#5 Pic Asso 2017-06-20 14:47
@cosacommentare.
Probabilmente l'intento è solo "pubblicità" ecco perché danno spago ad un ignorante che probabilmente è rancoroso nei loro confronti per qualche motivo a noi sconosciuto!
 
 
#4 Donald 2017-06-20 14:02
Certe cretinate non vanno nemmeno pubblicate. Tanta importanza al gesto di un bifolco ignorante.
 
 
#3 cosa commentare 2017-06-20 08:47
Intimidazioni? Minacce? Paura? Solo cretinate, perchè solo un cretino può scrivere certe cose. Basta guardare come l'ha scritto.Non andava nemmeno degnato di attenzione. Così gli date spago.
 
 
#2 Pic Asso 2017-06-20 07:25
Quanti paroloni!
Minaccia, intimidazione!
 
 
#1 Gigi 2017-06-20 06:33
La.colpa è dei post su facebook e di chi mette mi piace? Lol
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI