Martedì 26 Marzo 2019
   
Text Size

Giornata di festa alla Chiesa del Soccorso. FOTO

Noicattaro. Festa della Madonna del Soccorso 2017 front

 

Una grande affluenza e partecipazione di fedeli ha fatto da cornice, lo scorso 25 Giugno, alla festa di S. Maria del Soccorso, presso l’omonima parrocchia.

Eccezionalmente, quest’anno, la festa si è svolta l’ultima domenica di Giugno e non la penultima come di consueto, vista la concomitante festività del Corpus Domini, svoltasi domenica scorsa.

Il giorno di festeggiamenti principale è stato il punto di arrivo di tre giornate di intensa preparazione, nei giorni 22, 23 e 24 Giugno, in cui sono state delle celebrazioni presiedute, procedendo dal primo giorno, da don Rocco Priore, Vicario Parrocchiale della Cattedrale di Bari, don Antonio Lattanzio, neo-sacerdote nojano e attualmente Vicario Parrocchiale della Parrocchia Ss. Sacramento in Bitonto, e don Daniele Troiani, altro sacerdote nojano e attualmente nella Parrocchia di S. Leone Magno in Castellana Grotte.

La celebrazione eucaristica finale, poi, quella del giorno di festa, è stata presieduta da don Vito Campanelli, parroco della parrocchia di S. Maria della Pace.

Lo stesso don Vito, poi, accompagnato dal parroco del Soccorso, don Giovanni Caporusso, ha presieduto alla breve fiaccolata con l’icona della Madonna nelle vie del territorio parrocchiale. Icona che è stata portata da alcune famiglie della parrocchia (in questo che, sottolineiamo, è l’anno dedicato proprio alla famiglia) che hanno adottato alcuni bambini provenienti da diversi paesi. Un gesto, quindi, che vuole sottolineare l’unità della famiglia sotto la protezione della Vergine.

Al rientro della processione poi, sul sagrato della stessa Chiesa, la comunità si è riunita in festa con fuochi artificiali, l’accensione musicale della bella illuminazione e, infine, le due grandi sorprese che hanno chiuso alla grande la giornata di festeggiamenti: lo spettacolo degli sbandieratori provenienti dalla vicina Capurso e l’esibizione della Junior Band, band nostrana che si esibisce in coreografie che accompagnano ogni pezzo.

Un grande impegno, quindi, di tutta la comunità di S. Maria del Soccorso e soprattutto del parroco, don Giovanni Caporusso, nonché di tutti i commercianti di via Einaudi, per portare avanti questa bella ricorrenza e riportare alla luce un culto che i nojani hanno sempre riposto nella Vergine del Soccorso, culto che fu terribilmente stroncato negli anni ’70 del secolo scorso con l’abbattimento della Chiesetta che portava lo stesso nome, posta in piazza Umberto I.


[da La Voce del Paese del 1° Luglio]

Qui alcune foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI