Articolo 31, Comunicazione 0. Stasera il concerto

Noicattaro. Articolo 31 front

 

Ha fatto grande scalpore il ritorno degli Articolo 31, seppur senza lo storico frontman J-Ax, grazie alla volontà di uno dei due fondatori, Dj Jad. Un fatto che di per sé fa notizia visti i numerosi appassionati sparsi per tutta Italia, speranzosi in una reunion dello storico duo, ma in buona parte ben disposti ad ascoltare ciò che il dj ha da esprimere con il suo nuovo progetto.

Ora, concentriamoci su una cosa in particolare: gli Articolo 31 2.0 suoneranno questo sabato a Noicattaro, in un evento organizzato dall’amministrazione comunale per chiudere col botto l’Estate Nojana. Pensate al potenziale di un concerto del genere, con la giusta comunicazione si potrebbero far giungere a Noicattaro tantissime persone, si potrebbe tranquillamente sfondare il migliaio di presenze provenienti da paesi diversi dal nostro. Considerate poi le diverse centinaia di spettatori residenti qui: immaginate Noicattaro, stracolma, di sabato sera. Più gente “forestiera” a Noicattaro, più linfa alle nostre attività commerciali, al nome del nostro paese, e quindi alla nostra economia. Per questo bisogna investire in maniera intelligente anche nell’organizzazione di eventi musicali come questo: il tutto, però, per monetizzare quell’investimento, va coronato con un adeguato impegno nella promozione, nella comunicazione.

Cosa si è scelto di fare per questo concerto? Analizziamo alcuni punti: in primis, l’approccio comunicativo tutt’altro che professionale su Facebook. Noterete la contemporanea presenza di due “eventi” su Facebook: uno denominato “Articolo 31 – Live tour – Noicàttaro”, l’altro “Articolo 31 live tour”. Il primo con le informazioni ben impostate, con una mappa, con una descrizione degna dell’evento; l’altro senza indicazioni precise per giungere nel luogo scelto ed una descrizione che fa pensare agli Articolo 31 2.0 come una cover, più che un gruppo vero e proprio: “Ritornano in tour gli Articolo 31 in una versione moderna, […], per riascoltare insieme il magico sound dei loro più grandi successi!”. Bene, speriamo almeno che sia la prima delle due pagine ad essere prescelta come canale preferenziale per la comunicazione: invece no, la scelta cade sulla seconda, con lo stile scelto riassumibile sommariamente in una condivisione a frequenza di spamming e piuttosto asettica, di vecchi video degli Articolo. Perché non affidare tutto questo ad un professionista? O quanto meno ad una persona più competente all’interno del gruppo a disposizione?

In secondo luogo, la scelta di spendere denaro in volantinaggio nel nostro paese, quando si dovrebbe fare economia con il basso budget a disposizione nella promozione. Pensate al pubblico degli Articolo: sicuramente variegato, visto l’arco temporale che ha coperto la loro produzione musicale, ma in buona parte con un’età inferiore ai 40 anni. Fascia anagrafica iscritta ad un social, in Europa, in oltre il 90% dei casi. Allora perché non spendere quel denaro in una sponsorizzazione su Facebook? O, volendo rimanere sul tradizionale, un bel manifesto di degne dimensioni a Bari, come già fatto per la Settimana Santa, in modo da catturare l’attenzione di persone essenzialmente provenienti da paesi diversi da Noicattaro?

Non scrive un esperto a riguardo, ma si poteva fare senza dubbio di più. E in nome dell’onestà intellettuale che ci contraddistingue, scriviamo prima che l’evento si tenga, nella speranza che numeri sorprendenti possano sbugiardare il nostro ragionamento.