Lunedì 24 Giugno 2019
   
Text Size

Protezione Civile, arriva l’iscrizione nel Registro Nazionale!

Noicattaro. Protezione Civile a livello nazionale front

 

“Pedalate, pedalate, pedalate!”. È sempre stata questa la frase che l’ex presidente Rocco Leo, oggi vice, ha sempre urlato nelle orecchie dei volontari della Protezione Civile di Noicattaro. Una frase per incoraggiarli a fare meglio e a non adagiarsi sugli allori e che è diventata il motto dell’associazione ora che sono iscritti nell’elenco Nazionale.

Ebbene sì, l’Associazione Volontari Protezione Civile di Noicattaro ha chiesto e ottenuto dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile, di poter essere iscritta nell’elenco Nazionale. “Abbiamo inviato i documenti necessari nei quali attestavamo l’operato svolto in questi anni: i corsi di salvataggio effettuati, i mezzi di trasporto a nostra disposizione e i due defibrillatori in dotazione”, chiarisce il presidente Chiara Delliturri. “Da Ottobre, si spera, potremo utilizzare i due ciclomotori che aspettano solo di essere immatricolati”.

Il modo con cui i volontari hanno appreso della lodevole notizia è stata anticipata da uno scherzo fatto dalla stessa presidente, convocando, lunedì 18 Settembre, una riunione straordinaria alla presenza di tutti i membri. Perplessi e ignari del motivo di quella riunione, hanno appreso dal presidente Chiara Delliturri la sua decisione di dimettersi da questo incarico e di abbandonare l’associazione per problemi personali. Dapprima amareggiati per la decisone presa, hanno tirato un sospiro di sollievo quando hanno scoperto che era solo uno scherzo per comunicare loro che sono ufficialmente a livello Nazionale con regolare iscrizione nel Registro.

“È un traguardo importante: partiti a livello locale, poi territoriale nella Regione Puglia e da quest’anno a livello Nazionale. Questo non modifica nulla, ma ci carica di una maggiore responsabilità a lavorare sodo”, dice il vice presidente Rocco Leo. “Ora che siamo a livello Nazionale, non voglio semplici soci ma soci qualificati”.

Impegnati sul territorio per domare principi di incendio, per svolgere attività di ordine pubblico e di assistenza ai malati e anziani, la Protezione Civile di Noicattaro è diventata una realtà importante per il nostro paese, tanto da essere diventati il sogno di qualche bambino. Nell’immaginario collettivo, i bambini sognano di diventare o incontrare i loro eroi: che sia Spiderman oppure il Poliziotto di una serie televisiva. Negli ultimi tempi la Protezione Civile di Noicattaro ha ricevuto una singolare richiesta da parte di molti bambini: quella di poter salire sul pick-up. E per accontentare queste richieste, l’associazione ha inaugurato il progetto dal titolo “L’allarme della felicità”. Questo progetto nasce per esaudire i sogni di quei bambini, poco fortunati, che per un giorno vogliono diventare piccoli volontari. La prima richiesta esaudita è stata fatta ad un bambino nojano di 5 anni che, salito a bordo del mezzo antincendio, non ha proferito parola tanto era immensa la sua emozione, esplosa quando il presidente gli ha fatto indossare il giubbino della Protezione Civile. “Aveva gli occhi che gli luccicavano dalla gioia”, ha detto Rocco Leo. “È positivo per noi questo genere di richieste perché vuol dir che i bambini hanno ancora dei sogni, dei desideri da realizzare, che può essere anche un semplice giro nell’auto della Protezione Civile, e questo consente loro di non essere risucchiati dal vortice della passività e sognare di diventare anche loro membri dell’associazione”, aggiunge Chiara Delliturri.

Il progetto “L’allarme della felicità” non nasce dai capricci di alcuni bambini ma da un episodio che ha segnato il presidente. Il desiderio irrealizzato di una signora nojana, venuta a mancare pochi giorni fa per gravi problemi di salute, di poter essere accompagnata nelle sue visite di routine in ospedale dal mezzo dell’associazione, ha intristito molto la presidente Chiara Delliturri che sentendosi dire: “Chiara, lei ti aspettava” dalla sorella della signora, ha deciso di creare questo progetto per regalare agli altri il sogno di quella signora. Rivolto anche agli adulti, il progetto mira a donare attimi di felicità per far passare in secondo piano le problematiche che quotidianamente sono costretti ad affrontare.

La Protezione Civile negli ultimi anni è crescita molto e questo lo si nota, oltre che dall’impegno verso il paese, anche dal riconoscimento da parte della cittadinanza al tal punto da essere considerati “Angeli del Soccorso”. Operano al suo interno più di 30 volontari e altri 6 soci incominceranno il corso di soccorritori. E da quest’anno Simona Leo, membro della Protezione, svolge attività di tutoraggio di 3-6 mesi per i neo volontari affinché dispongano di tutti i mezzi e le nozioni per diventare bravi soccorritori. “Tornare a casa e pensare di avere fatto qualcosa di bello per qualcuno, ti riempie il cuore di gioia”, dice Marisa Diomeda, volontaria dal Gennaio 2017. Impaurita all’inizio della sua esperienza quando le è stato affidato il compito di guidare l’auto per il trasporto disabili, oggi reputa l’associazione la sua seconda casa. È ed il pensiero che accomuna tutti i soci.


[da La Voce del Paese del 23 Settembre]

Qui acune foto

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI