Giovedì 14 Dicembre 2017
   
Text Size

Al via il progetto “Diversamente Bio: l’Orto Multiculturale”

Rutigliano. Diversamente Bio front

 

Al via il progetto “Diversamente Bio: l’Orto Multiculturale”

 

L'Associazione "Don Tonino Bello" ha come Missione l'accoglienza e l'ascolto delle persone che vivono in situazioni di povertà, di disagio e di emarginazione, nonché l'orientamento e l'accompagnamento delle persone in difficoltà verso le risorse del territorio.

La stessa ha attivato numerosi corsi di formazione al Volontariato, promosso incontri su tematiche relative alla genitorialità, e con cadenza periodica promuove attività di raccolta e distribuzione di farmaci da banco e materiali di cancelleria per soddisfare le diverse necessità e bisogni. La "Don Tonino Bello" di Rutigliano è tra le due vincitrici in Puglia del bando della "Direttiva 266".

 Il progetto denominato “Diversamente Bio: l’Orto Multiculturale” è Finanziato dal Fondo Nazionale del Volontariato legge 266/91- Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali linee di indirizzo e Avviso n° 2/2016.

Il progetto si sviluppa nell’ambito del sostegno e della promozione dei principi di pari opportunità, e prevede azioni finalizzate alla prevenzione e al superamento di tutte le forme di discriminazione e di intolleranza.

La realizzazione delle attività avverrà sul territorio di Rutigliano, in cui il numero di migranti cresce di anno in anno e dove parallelamente si verifica un incremento delle nuove povertà.

Il progetto inserito in questo contesto territoriale e sociale si propone di avviare un processo di inclusione ed integrazione a partire dal contesto scolastico, al fine di dirigere il cambiamento di una comunità che si trasforma in società integrata dove la diversità è riconosciuta e condivisa, anche attraverso la promozione dello stile di vita benefico e della cultura alimentare dei Paesi di provenienza.

L’articolazione del progetto prevede 3 fasi: la prima ha come obiettivo la definizione della rete, la comunicazione sul territorio con la presentazione delle attività alla cittadinanza, e la formazione rivolta agli attori coinvolti. La seconda, che costituisce il “cuore” del progetto, prevede il coinvolgimento degli alunni delle classi V del 2° Circolo Didattico “Aldo Moro” di Rutigliano, coi relativi genitori e docenti, alternando momenti di didattica partecipata e formazione a momenti di attività laboratoriale, nello specifico la realizzazione dell’Orto dell’integrazione. La terza fase, la conclusiva, prevede un’attività di chiusura, il pranzo multiculturale, dove tutti gli attori coinvolti nel progetto saranno protagonisti, dall’allestimento della tavola alla condivisione delle ricette, concludendo così il progetto con un momento conviviale.

Filo conduttore dell’intero percorso è la sensibilizzazione al benessere, attraverso stili di vita salutari, con il fine di sollecitare una cittadinanza attiva e inclusiva.

 

Il Presidente dell'Associazione

"Don Tonino Bello"

Antonio Antonelli

Rutigliano. Diversamente Bio intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI