Giovedì 17 Ottobre 2019
   
Text Size

Anche a Noicattaro arriva la Carta d’Identità Elettronica

Noicattaro. Carta d'Identità Elettronica front

 

L’art. 10, comma 3, del D.L. 78/2015 ha introdotto la nuova Carta d’Identità Elettronica (C.I.E.), con funzioni di identificazione del cittadino. E nei giorni scorsi anche il Comune di Noicattaro si è attivato in tal senso. Dal 16 Ottobre scorso, infatti, l’Ufficio Anagrafe di via Pietro Nenni emette solamente la Carta d’Identità Elettronica, che di fatto sostituisce la versione cartacea.

La nuova Carta di Identità Elettronica - valida all’interno della Comunità Europea - è emessa, tramite i Comuni, direttamente dall’Istituto Poligrafico della Zecca dello Stato; è realizzata in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito, e dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip che memorizza i dati del titolare. La foto è in bianco e nero e stampata al laser, per garantire un’elevata resistenza alla contraffazione. Sul retro della carta il Codice Fiscale viene riportato anche come codice a barre.

Occorre subito una precisazione: chi è già in possesso di un documento valido non deve fare nulla. Le carte d’identità cartacee tradizionali già emesse rimangono valide fino alla loro scadenza naturale. La novità investe chi deve richiedere la carta d’identità per la prima volta, o rinnovarla, o chiedere un duplicato in caso di smarrimento/furto.

L’ufficio preposto è l’Ufficio Anagrafe, ed è aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e il lunedì pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 18.30. Per richiedere la nuova Carta d’Identità Elettronica è necessario presentarsi con una foto formato tessera (5x4,5 cm) avente sfondo bianco e con codice fiscale o tessera sanitaria. È necessaria la presenza del richiedente, in quanto lo stesso deve rilasciare le impronte digitali. Se il richiedente è un minorenne, è necessaria la presenza di entrambi i genitori.

Il documento può essere richiesto in qualsiasi momento e la sua durata varia secondo le fasce d’età di appartenenza. Nel dettaglio ha validità di 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni; vale 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni; vale 10 anni per i maggiorenni.

Il costo della nuova Carta d’Identità Elettronica è stato così definito:

  • 22,00 euro (di cui 16,79 euro per corrispettivo allo Stato + 5,00 euro per diritto fisso + 0,21 euro per diritti di segreteria) nei casi di prima emissione, rinnovo, deterioramento e furto;
  • 27,00 euro (di cui 16,79 euro per corrispettivo allo Stato + 10,00 euro per diritto fisso + 0,21 euro per diritti di segreteria) nel caso di smarrimento. In questo caso è necessario presentare copia della denuncia sporta presso i Carabinieri.

Nel costo sono incluse le spese di spedizione della carta d’identità, che verrà fatta recapitare dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta, all’indirizzo indicato dal richiedente.

La nuova Carta d’Identità Elettronica porta con se una novità importante. Nel momento del ritiro o del rinnovo del documento di riconoscimento, il richiedente può chiedere all’ufficiale d’Anagrafe il modulo per la dichiarazione della donazione di organi e tessuti. Basta riportare la propria volontà nel campo indicato sul modulo, firmarlo e riconsegnarlo all’operatore. Questo consenso viene trasmesso in tempo reale al Sistema Informativo Trapianti, la banca dati del Ministero della Salute che raccoglie tutte le dichiarazioni rese dai cittadini maggiorenni.

Questa iniziativa è stata lanciata dal Comune di Noicattaro - in collaborazione con la Fratres di Noicattaro e l’A.I.D.O. Gruppo Comunale di Noicattaro, Sezione “Onofrio Pepe” - ed è stata rinominata “Una scelta in Comune”.

“Informati, decidi e firma”, recita il manifesto. Un modo semplice per esprimere il proprio consenso e donare la vita a persone meno fortunate di noi.


[da La Voce del Paese del 21 Ottobre]

Noicattaro. Carta d'Identità Elettronica intero

Noicattaro. Carta d'Identità Elettronica intero2

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI