Martedì 26 Marzo 2019
   
Text Size

Suor Letizia cittadina onoraria di Rocca di Papa

Noicattaro. Suor Letizia front

 

Un’altra nojana che si distingue positivamente, un’altra nojana che si fa voler bene e si fa amare fuori dal proprio paese di origine. Stiamo parlando di suor Letizia Montedoro, nata a Noicattaro il 24 Agosto 1945, che lo scorso 8 Ottobre è stata insignita della cittadinanza onoraria dal Comune di Rocca di Papa, magnifico borgo di 18.000 abitanti alle porte di Roma.

Il Consiglio Comunale, infatti, ha approvato la concessione dell’onorificenza dopo che la stessa suora, per ben 47 anni, ha svolto la sua instancabile missione al servizio della cittadinanza, rendendosi disponibile verso tutti e partecipando alla crescita umana, religiosa e morale di ognuno.

Suor Letizia, infatti, dopo aver vissuto la sua infanzia a Noicattaro, abitando nei pressi dell’attuale Istituto “Cor Jesu” (suo padre era il portinaio dell’istituto, nonché del vecchio ospedale), a soli 17 anni si indirizza verso la vita monastica.

“È una questione di famiglia”, ci dicono scherzando le sorelle Antonia e Mina e il fratello Nicola. “Infatti abbiamo un’altra sorella, suor Mariarita, che come suor Letizia ha intrapreso lo stesso percorso monastico, attualmente in un Monastero a Japigia”.

Dopo la nascita della sua vocazione, Letizia si trasferisce a Roma, accedendo all’Ordine delle Apostole del Sacro Cuore di Gesù e, quindi, dal 1971 inizia la sua avventura a Rocca dove, per tutti questi anni, è stata impegnata nel Centro Internazionale delle Apostole ai Campi di Annibale, centro in cui si svolgono ritiri spirituali nonché corsi rivolti alle giovani mamme. In tutti questi anni suor Letizia, molto amata dagli abitanti di Rocca, ha dato una mano importante nella realizzazione dell’Asilo e poi della Chiesa del Sacro Cuore. Inoltre, è ricordata con affetto e con gratitudine dalle tante mamme del paese che, proprio da suor Letizia, hanno imparato la nobile arte del ricamo, del taglio e del cucito.

Ma, inaspettatamente, pochi mesi fa arriva la notizia che nessuno a Rocca si sarebbe mai aspettato: suor Letizia, dopo quasi 50 anni di attività, viene trasferita nuovamente a Bari, dove continuerà la sua missione apostolica.

Sgomento e incredulità si son fatti largo tra la gente del piccolo Comune laziale. “Tra la popolazione c’è stato molto malcontento per la decisione”, ci spiegano i parenti. “Sostenevano, infatti, che suor Letizia dovesse rimanere fino alla fine con loro e continuare il proprio apostolato nel luogo che l’aveva vista protagonista per tanti anni”.

Di qui, quindi la decisione, da parte del Consiglio Comunale di Rocca di Papa, di conferire la cittadinanza onoraria durante una celebrazione svoltasi domenica 8 Ottobre presso la Parrocchia del Sacro Cuore.

Per noi suor Letizia è stata come una mamma - afferma nel suo discorso il sindaco di Rocca, Emanuele Crestini - che ha sempre aiutato i suoi figli, i cittadini di Rocca di Papa, affrontando qualsiasi bisogno, qualsiasi difficoltà, sempre in prima linea”.

“Questa onorificenza, quindi - continua il sindaco - vuole essere il giusto riconoscimento per il suo lavoro. Le abbiamo donato una guida turistica del nostro paese in modo tale che, quando lei avrà nostalgia di questi posti, si riguarderà ogni singola immagine di quei paesaggi che i suoi occhi hanno ammirato per tanti anni”.

Commozione e tante lacrime hanno fatto da cornice all’intera cerimonia, sia tra i moltissimi fedeli giunti che tra i parenti, arrivati in massa da Noicattaro. Tutti, infatti - cugini, zii, fratelli e nipoti - erano presenti alla cerimonia.

La nostra famiglia ha sempre appoggiato con grande entusiasmo le scelte di suor Letizia e di suor Mariarita - continuano a raccontarci i parenti - e siamo molto commossi, nonché orgogliosi, del grande affetto che i cittadini di Rocca hanno riservato a Letizia. Una grande soddisfazione e una grande emozione. Ringraziamo i cittadini di Rocca di Papa nonché tutto il Consiglio Comunale che ha deciso di conferire questo importante riconoscimento”.

Una bella storia, quindi, quella di suor Letizia, che ci fa comprendere quanto possa diventare intimo il rapporto di una suora con un paese che, 47 anni fa, era completamente sconosciuto ai suoi occhi.


[da La Voce del Paese del 28 Ottobre]

Noicattaro. Suor Letizia intero1

Noicattaro. Suor Letizia intero2

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI