Lunedì 14 Ottobre 2019
   
Text Size

“Outsiders – Autori fuori”, uno spazio di inclusione e di musica

Rutigliano. Progetto Outsiders front

 

Si chiama “Outsiders – Autori fuori” (clicca qui per vedere il promo della nuova stagione) il mini festival creato dal Centro Diurno Phoenix di Rutigliano, in collaborazione con Indiepercui 103, una trasmissione di Radio 103 (Rutigliano FM 103.7) dedicata alla musica emergente. Un progetto, questo, che vede come principale finalità l’integrazione dei ragazzi del Centro nel territorio locale e circostante. Ce ne parleranno Giovanni Dibattista (operatore del Centro Phoenix di Rutigliano) e Gaetano Sanitate (nojano, di Indiepercui 103).

Come nasce l’idea per il progetto di “Outsiders – Autori fuori”, la serata dedicata alle espressioni artistiche emergenti?

Giovanni. “Outsiders – Autori fuori” è partita come un’iniziativa soprattutto dedicata al diritto d’autore, ovvero a capire come, in Italia e in Europa, siano cambiate le normative in merito. A noi di ventidue.tv interessa saperlo perché siamo autori di prodotti audio-video: cortometraggi, spot, format per il web. Per questo abbiamo intervistato Federico Camici, responsabile di Soundreef: per capire chi, oltre a SIAE, gestisce il mercato dei diritti d’autore.

L’iniziativa coinvolge i ragazzi del Centro Phoenix di Rutigliano. Quali sono stati gli approcci iniziali dei ragazzi con questa idea e come si è evoluto il progetto nel corso del tempo?

Giovanni. I ragazzi del Centro hanno da subito collaborato con grande entusiasmo. L’idea di trasformare il giardino del Centro Diurno in uno spazio aperto alla musica dal vivo è stata per tutti molto interessante. Quando ci sono iniziative come questa, capaci di trasformare un posto di cura in un luogo di aggregazione, di divertimento, la risposta degli utenti è sempre ottima. Tutti hanno seguito l’intero processo di lavoro: dalla creazione del logo, alla scelta delle band, alla ricerca di sponsor, l’allestimento del palco, ecc... L’incontro con i ragazzi di Indiepercui103 ha dato certamente una bella scossa alla nostra estate!

Qual è il fine riabilitativo delle attività proposte agli utenti?

Giovanni. Favorire dinamiche di inclusione sociale è certamente un obiettivo. Da anni il Gruppo Phoenix, che si occupa di riabilitazione psichiatrica, opera con una metodologia molto chiara: il benessere della persona dipende anche dal benessere del contesto sociale e familiare in cui vive. Abbiamo costituito associazioni di promozione sociale proprio per entrare in contatto con quella parte genuina della popolazione che ha a cuore il nostro territorio. Tali esperienze hanno dimostrato come l’osmosi con il territorio di riferimento da un lato supporti i processi riabilitativi e di reinserimento socio-economico di soggetti svantaggiati, dall’altro rappresenti un momento di forte arricchimento ed emancipazione culturale per il contesto territoriale di riferimento, restio a confrontarsi con il mondo del disagio psichico e dell'emarginazione sociale.

Quali sono i vostri futuri progetti?

Gaetano. Outsiders si evolverà: da Novembre a Maggio ospiteremo le band del nostro territorio che si sono particolarmente distinte nei concerti o nelle loro produzioni discografiche, dando loro uno spazio “live set” e uno spazio interviste all’interno del Centro Phoenix. Il tutto verrà trasmesso sia in radio ma anche in webTv, con l’ausilio del progetto web tv del Centro Phoenix chiamato 22 Tv. Quest’ultima sarà impegnata anche nella realizzazione di un videoclip musicale. In estate prevediamo la seconda edizione del Festival, in cui verrà riassunto il lavoro della stagione e presentato il videoclip, sperando anche di riuscire a portare una band ospite, in modo da far interagire i ragazzi con esperienze che vengono da fuori dalla nostra città.

 

[da La Voce del Paese del 28 Ottobre]

Rutigliano. Progetto Outsiders intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI