Martedì 26 Marzo 2019
   
Text Size

Pascoli-Parchitello: “A chi giova la scomparsa di un Istituto?”

Noicattaro. Problema dimensionamento scolastico 2 front

 

Al fine di creare un quadro chiaro e preciso sulla questione del dimensionamento scolastico, pubblichiamo la lettera aperta preparata dalla comunità scolastica dell’Istituto Comprensivo “Pascoli-Parchitello”, a firma del Dirigente Scolastico prof.ssa Maria Morisco, e del Presidente del Consiglio d’Istituto sig. Maurizio Moreno. Buona lettura!

In riferimento alla delibera della Giunta Comunale n. 122/2017 del 13/11/2017, la comunità scolastica dell’Istituto Comprensivo “Pascoli-Parchitello” intende manifestare il proprio disappunto per una decisione che non ha considerato gli attori principali di questa vicenda: alunni, famiglie e docenti della comunità nojana.

S’intende con la presente ribadire quanto sia di fondamentale importanza la presenza sul territorio di una pluralità di offerte formative che garantiscono autonomia e libertà di pensiero. La Delibera in questione che, tra l’altro ignora il parere del Consiglio d’Istituto favorevole al mantenimento dell’autonomia Scolastica, ha proposto lo smembramento della nostra scuola riducendo così a due gli Istituti presenti sul territorio, con conseguente grave ricaduta sul benessere socio-culturale di parecchi cittadini nojani che possono sentirsi destabilizzati (in particolare in questo periodo di iscrizioni) da tali continui e apparentemente immotivati cambiamenti. Infatti ci domandiamo a chi possa giovare la scomparsa di un’Istituzione scolastica autonoma che da anni caratterizza la formazione dei giovani adolescenti del paese e la cui tradizione  rappresenta un indubbio patrimonio culturale per le future generazioni.

La nostra scuola ha per lungo tempo attivamente collaborato con l’amministrazione locale su più fronti, realizzando ad esempio co-progettazione di attività del Servizio Civile Nazionale per condividere, affrontare e risolvere con successo innumerevoli situazioni di disagio sociale di alcune fasce della cittadinanza; ancora oggi i nostri Volontari del Servizio Civile operano sul territorio con una indubbia ricaduta positiva sull’intera popolazione nojana, e in affiancamento, benché indiretto, con l’amministrazione che può così indirizzare le proprie risorse nell’ambito del sociale verso altre emergenze.

Noi, attualmente, siamo autonomi e indipendenti e, finché il numero degli iscritti ce lo consentirà, cercheremo di preservare la nostra specificità che è importante e rispettabile, al pari di quella delle altre Istituzioni Scolastiche di Noicattaro. Ad esse esprimiamo la nostra profonda stima, certi della loro solidarietà nei nostri confronti in questo difficile momento in cui, solo dalla “comunicazione” tra comunità educanti può scaturire quel pluralismo indispensabile alla salvaguardia di una società democratica.

Invitiamo, pertanto, i cittadini nojani a visitare la nostra scuola per rendersi conto di quanto sia importante e vivo questo “ attivo contenitore culturale” e al sig. sindaco Raimondo Innamorato chiediamo un momento di riflessione, ben consapevoli che spesso, presi da richieste di efficienza gestionale, si possano, in totale buona fede, non considerare tutte le implicazioni di una scelta.

 

[da La Voce del Paese del 16 Dicembre]

Commenti 

 
#3 Donald 2017-12-20 13:42
E così la cultura a Noicattaro va sempre più a *.......!!!
 
 
#2 UnaMamma 2017-12-19 23:06
A nessuno!!!
 
 
#1 Professa 2017-12-19 20:37
Il Sindaco dovrebbe considerare il parere del Consiglio di Istituto dlle varie istituzioni scolastiche presenti sul territorio.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI