Lunedì 17 Giugno 2019
   
Text Size

Uva da tavola: a Noicattaro il 21° Congresso Nazionale

Noicattaro. convegno uva front

 

Venerdì 2 Febbraio si è tenuta la ventunesima edizione del Congresso Nazionale “Uva da Tavola”. L’evento si è svolto presso il Centro Congressi dell’Una Hotel Regina di Noicattaro alla presenza di viticoltori, tecnici, ricercatori, addetti alla commercializzazione e alla distribuzione, esportatori, società produttrici di mezzi per la difesa, nutrizione e protezione per la coltivazione dell’uva da tavola.

In occasione del congresso sono stati conferiti il prestigioso riconoscimento della “Targa Bacca d’Oro” edizione 2018 alla società californiana “Sun World International” per “aver attuato impegnativi, costosi e innovativi programmi di ricerca di miglioramento genetico finalizzati alla creazione di nuove varietà di uva da tavola senza semi” ed il premio nazionale “Targa Bacca d’Oro Giovani”, interessante novità di questa edizione del congresso, che ha visto l’assegnazione del premio a Nunzio Pavone – responsabile controllo qualità di una nota azienda di Turi–e ad Antonello Lepore – responsabile assicurazione qualità e prodotto controllato di una società di Rutigliano - “per la passione ,competenza ed entusiasmo con cui svolgono la loro attività per la qualità dell’uva da tavola”.

Nel corso dell’evento sono stati, inoltre, consegnati gli attestati di frequenza e di merito della Scuola di Specializzazione in Viticoltura diretta dall’agronomo dott. Mario Colapietra, che si è svolta nei mesi di ottobre, novembre e dicembre a Noicattaro e che ha avuto lo scopo di aggiornare i produttori pugliesi di uva da tavola sugli aspetti innovativi della coltivazione, certificazione, conservazione e commercializzazione di uva con le caratteristiche richieste dalla grande distribuzione organizzata.

Come ogni anno, si sono succedute le relazioni delle società e degli operatori della viticoltura dell’uva da tavola che hanno avuto per oggetto la presentazione di nuovi prodotti chimici e tecnologici ottenuti dalla ricerca scientifica applicata al settore della viticoltura, aggiornamenti in merito alle tecniche di coltivazione dell'uva da tavola in Italia, Spagna e America Latina, alla creazione di nuove varietà di uva da tavola e alla difesa dai parassiti della vite (con specifico riferimento alla cocciniglia cotonosa della vite), alla commercializzazione e al controllo qualità.

Tra le relazioni tecniche si segnalano: il rapporto di Mario Colapietra, presidente del congresso ed organizzatore dell’evento, circa le tecniche colturali delle uve da tavola in Italia con un occhio particolare alla Sicilia e alla Puglia, in merito a dove e come convenga coltivare l’uva da tavola con particolare attenzione ai risultati sperimentali e all’utilizzo di compost ottenuto da scarti organici su terreni rocciosi; la relazione della dottoressa Asia Khafizova, responsabile del progetto di allevamento delle viti presso i Vivai Cooperativi Rauscedo della provincia di Pordenone, sulle nuove varietà di uva da tavola per le quali i VCR sono licenziatari esclusivi e che per caratteristiche ampelografiche, agronomiche ed enologiche si presentano resistenti alla peronospora e oidio; la relazione di Maurizio Ventura, delegato della società Sun World International, sui programmi di ricerca e verifica per ottenere nuove varietà di uva da tavola senza semi sulle quali la società californiana sta lavorando. Giacomo Suglia, presidente di A.P.E.O. (Associazione Produttori Esportatori Ortofrutticoli), ha introdotto l’ultima parte del congresso circa la qualità e la commercializzazione nel mondo dell’uva da tavola, sottolineando il ruolo di A.P.E.O. nell’ottica di un’azione strategica per la valorizzazione e la tutela del comparto agricolo, invitando ad una collaborazione tra gli operatori del settore per presentarsi sul mercato estero in modo compatto.

In rappresentanza del comune di Noicattaro sono intervenuti il sindaco Raimondo Innamorato e l’assessore delegato all’agricoltura e all’ambiente Claudio Cocozza i quali, nel porgere i loro saluti alla platea, hanno espresso gratitudine per coloro che operano nel settore della viticoltura, vero motore trainante dell’economia nojana ed hanno evidenziato la necessità che la politica giochi il suo ruolo attivo nei processi decisionali a supporto del settore. Il sindaco ha ricordato l’impegno nei confronti del settore agricolo da parte dell’amministrazione con l’istituzione, a partire da quest’anno, del Servizio Autonomo Agricoltura ed ha colto l’occasione per esprimere la volontà di essere presente durante le prossime finestre di dialogo degli operatori del settore per offrire il contributo dell’amministrazione in loro sostegno.

[da La Voce del Paese del 10 Febbraio]

Noicattaro. convegno uva intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI