Domenica 25 Agosto 2019
   
Text Size

Civile o Incivile: quale il vero nojano?

Noicattaro. editoriale front

Da un po' di settimane assistiamo a due tipi di episodi nel nostro paese. Da una parte, la grande generosità di alcuni cittadini (come sottolineato nell’editoriale dello scorso numero) e dall’altra la manifesta inciviltà, con episodi di aggressione verso rappresentanti di Forze dell’Ordine.

Bene, la questione è molto semplice: qual è la vera anima del cittadino nojano, quella civile o incivile? Siamo spettatori di più eventi che dimostrano amore per il proprio paese, oppure episodi che con il vivere insieme, con le leggi, non hanno niente a che fare?

Sicuramente, sono estremamente da stigmatizzare tutti quegli episodi che vedono come protagonista la violenza. Ancor di più se questa è indirizzata verso dei pubblici ufficiali, come sono gli Agenti di Polizia Locale.

Tutti possono sbagliare, anche gli stessi agenti. Sono umani, è comprensibile, e nessuno si può ergere a conoscitore assoluto della verità. Ma ricorrere all’attacco verbale e fisico è un atto vile e senza senso.

Da cittadini, invece, dobbiamo aiutare il corpo di Polizia Locale, collaborare con loro e cercare, noi prima di tutto, di rispettare le regole che ci vengono imposte.

Mi sono letteralmente stancato di vedere, quotidianamente, infrazioni alla luce del sole, macchine che sfrecciano in zone dedicate ai pedoni, le quali possono arrecare un pericolosissimo danno ai bambini che, nelle ore giornaliere, pullulano per le strade del paese.

Se, per caso, ci troviamo nel torto, dobbiamo riconoscere l’errore e pagare in silenzio l’infrazione che ci viene comminata, evitando inutili teatrini che ledono anche l’immagine del paese dinanzi agli occhi dei forestieri

Mi piace pensare, però, che il paese sia composto da quegli stessi cittadini che, ultimamente, nei pressi del Soccorso hanno rivitalizzano un tratto di pineta, addebitandosi le spese, responsabilizzandosi da veri cittadini.

Oppure, mi piace ancora pensare che i veri nojani siano quelli che quotidianamente rispettano le regole, rispettano il proprio paese, rispettano tutto ciò che li circonda.

E’ bello, quindi, rimarcare l’anima civile di questo paese, a discapito di pochi episodi che, purtroppo, possono capitare. Chi ama Noicattaro, rispetta le regole.

[da La Voce del Paese del 14 Aprile]

Noicattaro. editoriale intero

Commenti 

 
#3 Linguadasfalto 2018-04-24 06:56
Mi piace pensare che con le tasse comunali, aumentate da questa amministrazione, si riescano a dare servizi ai cittadini e non vedere questi ultimi improvvisarsi giardinieri, netturbini, potatori a causa della inefficienza di chi ci amministra.
I primi incivili sono coloro i quali non amministrano il bene comune limitandosi a scaricare sul cittadino incombenze pubbliche.
I primi violenti sono coloro i quali usano la multa, in un periodo di crisi, come rimedio alle proprie incapacità amministrative (smantellamento del comando di polizia locale ridotto a servizio...di qualcuno mi verrebbe da dire visti i risultati).
 
 
#2 superstufo 2018-04-21 14:13
Manca chi le fà veramente rispettare le regole.Ma chi li vede i vigili ?
 
 
#1 Romeo 2018-04-21 09:38
Impossibile porre una domanda del genere secondo me..Noicattaro è un paese fatto di persone civili e non, come in tutti i paesi del mondo..la cosa che auspico,da cittadino rispettoso delle regole, che le nuove generazioni capiscano l'importanza del rispetto delle regole e dell'ambiente circostante grazie all'aiuto della scuola e dell'amministrazione comunale che indirizza la sua azione politica in tal senso!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI