Sabato 15 Dicembre 2018
   
Text Size

Giostrine e forno sociale, le lamentele di alcuni cittadini

Noicattaro. altalena front

Circa un anno fa, nel mese di Novembre, per tre domeniche consecutive alcune zone di Noicàttaro sono state interessate da una pregevole iniziativa di amministrazione condivisa con la cittadinanza: una consultazione democratica per la scelta di un progetto da finanziare concernente iniziative di carattere sociale o imprenditoriale rivolto ai giovani, o altre iniziative che potessero essere state ritenute utili alla collettivitRicordiamo infatti che, in seguito alla delibera di Giunta n. 73/2016 del 9 settembre 2017, la neoamministrazione pentastellata aveva approvato il taglio delle indennità del Sindaco, della Giunta e del Presidente del Consiglio Comunale che aveva avuto come conseguenza il risparmio, nell’arco di un anno, di € 15.909,37. Somma che l’amministrazione aveva deciso di depositare in un conto corrente predisposto ad hoc per il finanziamento di idee e progetti per la città.

Il 4 dicembre 2017, al termine delle consultazioni in pubblica piazza, la pagina Facebook del M5S di Noicàttaro annunciava che la cittadinanza aveva decretato vincitrice l’idea di destinare la somma risparmiata dall’amministrazione alla realizzazione di un “Forno sociale” nel borgo antico di Noicàttaro gestito da ragazzi diversamente abili al fine di un loro inserimento nel mondo del lavoro. Un intento che, tuttavia, a distanza di un anno sembrerebbe essere rimasto tale.

La Voce del Paese ha incontrato alcuni di quei cittadini che un anno fa avevano partecipato con entusiasmo all’iniziativa di amministrazione condivisa ma che si sono detti oggi “delusi” dal fatto di non conoscere l’esito del progetto approvato dalla maggioranza. “Ci era sembrata una bella idea quella di partecipare alla gestione del bilancio comunale indicando come potevano essere spesi quei soldi risparmiati dall’amministrazione – racconta uno di loro – ma ad oggi non sappiamo che fine abbia fatto quel progetto”.

“Siamo consapevoli che, forse, 15mila euro potevano non bastare per costruire un forno comunitario – ha proseguito – ma la speranza è che quel progetto non sia finito nel dimenticatoio per questo motivo. Poteva essere un’ottima idea per avviare qualcosa di bello nella città, soprattutto per chi è meno fortunato”.

“È un onore ed un dovere per noi cittadini quando siamo chiamati a partecipare alla gestione della cosa pubblica – gli ha fatto eco un altro – ma vorremmo anche che ci informassero più spesso sullo stato di avanzamento dei lavori. Lo stesso discorso vale per l’adeguamento dei parchi con le giostrine per bambini disabili: dopo la questione del disguido con la P.E.C. ci avevano detto che sarebbero state installate nei primi mesi del 2018 perché comunque erano stati individuate le forme di finanziamento. Siamo a tre mesi dalla fine dell’anno, vedranno mai la luce?”

Il gruppo di cittadini si è quindi congedato con l’auspicio di ricevere una risposta da parte dell’amministrazione in merito allo stato dell’arte dei progetti citati. La Voce del Paese è a disposizione per raccogliere eventuali delucidazioni e aggiornamenti da parte dell’amministrazione comunale.

[da La Voce del Paese del 6 Ottobre]

Noicattaro. altalena intero

Commenti 

 
#4 Elettore nojano 2018-10-16 11:31
L'opposizione come al solito dorme e questa maggioranza che ad oggi non ha fatto nulla per cambiare la nostra città in meglio ha deluso moltissimi elettori che probabilmente non voteranno più M5S alle prossime elezioni.
 
 
#3 bee 2018-10-12 19:40
per onesta
avete votato in massa questa maggioranza ad ogni critica attaccavate dicendo lasciateli lavorare,ora invece di criticare i consiglieri di maggioranza sempre pronti a votare tutte le cretinate che propone il sindaco, allineandosi senza nessun discernimento o un minimo di coscienza o conoscenza di quello che votano,ti preoccupi di cosa fa l'opposizione, per me fa bene a stare zitta e lasciare fare altrimenti diranno pure che non riescono a realizzare niente per colpa dell'opposizione. Li avete scelti e mo teneteveli per altri tre anni. A proposito sei informato che hanno perso un altro bando sulla fogna bianca? questo è il risultato di aver fatto terra bruciata ai vari funzionari, invece di richiamare l'opposizione perchè non andate a ribellarvi al comune voi che lo avete votato?
 
 
#2 Fumo di Londra 2018-10-12 14:21
Complimenti alla redazione per il rispetto della LIBERTA'd'opinione! Vi invito a ripubblicare ll mio post precedente gia'apoarso a margine di questo articolo e che qualche manina ha provveduto a cancellare. Cos'e'? A qualcuno, nel Palazzo, da'fastidio anche l'ironia intelligente?
 
 
#1 Onesta 2018-10-10 20:53
e l'opposizione che fa? ronf ronf ronf
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI