"La Villa è nostra”, il sindaco risponde agli incivili

Noicattaro. villa comunale front

Ancora vandali in villa, ancora episodi che con il viver civile non hanno niente a che fare. Dopo gli alberi incendiati per gioco, arrivano anche le scritte e i danneggiamenti alle panchine che da anni ornano questo spazio verde.

A questa nuovo affronto, l’Amministrazione Comunale ha deciso di rispondere in modo duro e deciso. “Noi possiamo accogliere tutte le istanze e le critiche possibili – dice il sindaco Raimondo Innamorato – ma, se nelle famiglie, nelle nostre case, non educhiamo i nostri figli al rispetto della cosa pubblica, possiamo, tutti, fare ben poco!”.

“A questi ragazzi – continua il sindaco – alla cattiva gente che non apprezza Noicattaro e gli sforzi di questa Amministrazione Comunale, oggi dichiaro guerra. Dichiaro guerra alla maleducazione, all’assenza totale di senso civico ed all’esigenza di imporre un’egemonia

Chiaro il riferimento alla scritta “La Villa è nostra”, apparsa su una delle panchine in muratura situate nella parte centrale della piazza. “La villa non è vostra! – risponde il sindaco – nulla sarà mai vostri in questo paese e, a partire da questo giorno ve ne accorgerete!”.

“Ai residenti della zona ed ai cittadini nojani – conclude il sindaco – chiedo di camminare al nostro fianco. Uniamoci in questa missione perché solo assieme potremo liberare il nostro territorio dai teppistelli in cerca di gloria”.

Certamente è un comunicato duro e denso di significati quello lanciato dal primo cittadino. Effettivamente, da un po' di anni, tutta la zona vive nel più completo abbandono e nell’incuria. Noi tutti ci auguriamo che la situazione cambi sotto tutti i punti di vista. Bisogna mettere in campo tutti gli sforzi possibili, per riportare piazza Vittorio Emanuele III al suo vecchio splendore.

[da La Voce del Paese del 03 Novembre]

Noicattaro. villa comunale intero