Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Intitolata una piazzetta al dott. Giacomo Saponaro

Noicattaro. saponaro front

È bello ricordare i nostri cari defunti, anche solo con un pensiero. È ancora più bello se questo pensiero diventa un qualcosa di concreto.

Nei giorni scorsi l’amministrazione comunale, tramite la sua Giunta, ha deciso di onorare la memoria di un paio di nostri concittadini, passati a miglior vita. Compito del Governo cittadino è, infatti, attribuire la numerazione civica e la toponomastica, ovvero intitolare strade, piazze aree ed edifici o porzioni di tali, a nomi di personalità che si siano distinti in campo civile, professionale o artistico.

L’intitolazione di uno spazio pubblico a cittadini emeriti può rappresentare un piccolo atto di riconoscimento della nostra Comunità, per i meriti conseguiti durante la loro intensa vita e i loro comportamenti che hanno senz’altro contribuito alla crescita spirituale, civile, politica, socio-economica del nostro paese.

Negli ultimi tempi, con note agli atti, sono pervenute al Comune due richieste di intitolazione di strade cittadine a concittadini emeriti, che si sono distinti nei diversi campi della cultura, della solidarietà cristiana e nel campo medico. Così la Giunta comunale, riunitasi, ha ritenuto meritevole la proposta di ricordare due nostri concittadini.

Si tratta del Sacerdote don Saverio Di Troilo e del dott. Giacomo Saponaro.

Quest’ultimo - nato a Noicattaro il 24 Maggio 1963 ed ivi deceduto il 06 Settembre 2018 - è stato un medico e chirurgo di esperienza, persona di grande moralità, di ampie vedute e sempre al sostegno di chi, rivoltosi a lui per motivi di salute, lo ha trovato disponibile a visitare anche gratuitamente. Uomo di grande umanità e talento, si è sempre dedicato ai malati più bisognosi, anteponendoli spesso a se stesso. Un’idea nata, oltre che dai familiari, dall’Ordine dei Medici, i quali hanno fatto richiesta al Comune dopo la sua dipartita.

Bello ricordare anche don Saverio Di Troilo, nato a Noicattaro il 20 Maggio 1885 e deceduto il 6 Gennaio 1962. Ordinato Sacerdote il 30 Luglio 1911, divenne nel 1930 Vice Rettore e successivamente Rettore della Chiesa e della congrega del Carmine. Nel 1949 fu nominato, dall’Arcivescovo Mons. Marcello Mimmi, Primo Parroco della Parrocchia di Santa Maria del Carmine di Noicattaro. Sacerdote di grande carisma, trascorse la vita ad aiutare i più poveri. La richiesta di intitolare una strada al Sacerdote nojano fu protocollata il 2 Ottobre 2014 dal Reverendo don Donato Lucariello - all’epoca parroco della Parrocchia S. Maria del Carmine - e dai parrocchiani.

Individuate le strade e le piazze che porteranno i nomi di questi due illustri nojani: la piazzetta compresa tra via Rutigliano e via Puoti a breve sarà la “Piazzetta Dott. Giacomo Saponaro - Medico”; la strada 4^ Traversa di via Incoronata, invece, diventerà “Via Don Saverio Di Troilo - Parroco”.

Ora la palla passa alla Polizia Locale, che avrà il compito di attivare le procedure per la fornitura e posa della lastra riportante la intitolazione predetta.

Con queste due nuove intitolazioni, Noicattaro diventerà sicuramente più ricca. Più ricca di memoria. Così il dott. Giacomo Saponaro e don Saverio Di Troilo avranno un motivo in più per sorridere da lassù.

[da La Voce del Paese del 03 Novembre]

  Noicattaro. saponaro intero

Commenti 

 
#4 boh 2018-11-09 08:07
per Mah, è stato già fatto tutto ciò, bisogna solo comprare le targhe e sistemarle, prima di parlare con la bocca, aprite gli occhi, una buona giornata
 
 
#3 emobasta 2018-11-08 21:39
la procedura indicata da Mah! è quella che ho seguito io alcuni anni fa per un collega deceduto in servizio. La città di riferimento era Bari. Poi tutto è possibile, anche che uno come Toninelli diventi Ministro.
 
 
#2 noya 2018-11-07 12:56
Ottima scelta per onorare la memoria del Dott. Giacomo Saponaro , Grazie ha chi ha voluto cio!
 
 
#1 Mah! 2018-11-06 17:32
Non credo che sia possibile in tempi brevi intitolare le strade, come l'articolo lascia incautamente intendere o come il sindaco Innamorato ignora. Ci sono vari passaggi da espletare, secondo al normativa vigente: prima di tutto il passaggio dall'Ufficio Toponomastica. Quest'organo comunale è preposto alla valutazione delle intitolazioni delle strade, predispone l'istruttoria e lo schema deliberativo poi sottoposto alla Giunta Comunale. Dopo l'approvazione, la Delibera viene inviata al Prefetto per l'autorizzazione definitiva. Ricordo che bisogna rispettare alcuni criteri: ad esempio, non si può chiedere l'intitolazione di una strada per persone fisiche decedute da meno di 10 anni. La procedura è dunque lunga e complessa e deve obbligatoriamente seguire determinati passaggi, tra cui la raccolta di tutte le informazioni utili per ottenere l'autorizzazione prefettizia,come da appositi modelli.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI