“Città per la pace”: il nuovo album di Antelmi

Noicattaro. andrea antelmi front

Andrea Antelmi, classe ’93, già da piccolo appassionato di musica, accresce la sua passione con le lezioni musicali durante le medie, per poi frequentare lezioni private di chitarra. Una dedizione che lo porta ad iscriversi al conservatorio Nicolò Piccinni di Bari, che a breve concluderà, diventando maestro di musica.

Andrea ha già mostrato le sue grandi doti musicali partecipando a vari eventi live di Bari e provincia, tanto che, durante “Nojarella”, ha ricoperto il ruolo di direttore artistico, selezionando i gruppi emergenti.

Ad oggi Andrea fa della sua passione un lavoro. Difatti ha dato vita ad un album musicale dedicato a Noicattaro. Ma chiediamo meglio all’artista i dettagli.

Andrea, parlaci del tuo album “Città per la pace”.

È un album di 10 brani, tutti composti e suonati da me. Sono brani strumentali, non cantati. Ed è un album dedicato a Noicattaro, o meglio è una raccolta di esperienze vissute in questo paese, che oltre ad essere il centro dell’uva, dovrebbe anche essere la città per la pace e quest’album, racconta come in realtà non lo sia.

In questi 10 brani ci sono pillole di esperienza personale, rapporti di amicizia, amori finiti. Come definiresti la tua musica?

La definirei impressionante, perché seppur sia un album strumentale, c’è il mio tocco personale dello strumento. Da piccolo ascoltavo con i miei genitori la musica classica di un certo spessore, poi ho iniziato ad ascoltare la musica dei gruppi minimal, più moderni. La mia musica è creata dalla combinazione di queste due sfere.

Come pensi di dar lustro al tuo album, alla tua musica?

Di certo portandola ai live, devo solo cercare luoghi e date disponibili per esibirmi.

Nel frattempo l’album è possibile ascoltarlo sul sito Rockit.it.

Purtroppo per noi musicisti è difficile emergere qui a Bari. Bisogna avere un’etichetta e conoscere gente influente per poter emergere. Ma io sono comunque fiero. Le persone mi apprezzano e apprezzano la mia musica.

La mia priorità è divertirmi, non mi interessa vendere. Sono un anticonformista. Voglio solo far emergere la musica, la chitarra in questo piattume sociale.

In bocca al lupo Andrea.

[da La Voce del Paese del 17 Novembre]

Noicattaro. andrea antelmi intero