Sabato 15 Dicembre 2018
   
Text Size

“Aforismi e chiacchiere vacanti”, l'esordio di Serena Giordano

Noicattaro. giordano front

Nuova produzione letteraria nasce tra le fulgide menti nostrane. Parliamo ancora una volta di letteratura, ancora una volta di poesia; parliamo di Maria Serena Giordano, autrice della raccolta di poesie “Aforismi e chiacchiere vacanti”.

Maria Serena Giordano nasce a Rutigliano, ma è nota agli ambienti nojani. Sin dalla sua giovane età ha iniziato ad amare la poesia. Adora formulare e comporre pensieri riguardanti la sua quotidianità, facendo riferimento costantemente alle mille emozioni che fortemente vive. Scrivere le permette non solo di sognare, ma di sentirsi libera nella sua forma più concreta.

“Aforismi e chiacchiere vacanti” è un viaggio alla scoperta delle emozioni. È un intreccio perfetto che raccoglie la miriade di sensazioni che rendono unica la vita, partendo dal dolore fino ad arrivare alla beatitudine dello spirito. È la percezione di un mondo attraverso il quale l’essere umano tende a riconoscersi e a fare del suo percorso un capolavoro.

Il titolo, squisitamente contraddittorio, sottolinea la spontaneità con cui l’autrice tende ad elaborare concetti spesso seri che la vita mette davanti, attraverso la leggerezza che solo le parole possono donare. “Per me è tutto un gioco” racconta Serena Giordano e, giocando con le lettere si ritrova a raccontare la vita, l’amore, i giorni, le stagioni, i colori attraverso un personalissimo modo di guardare: un mondo filtrato dalla sensibilità individuale.

“La poetessa del Canalone” è un progetto frutto della fantasia di Serena Giordano, a metà strada tra la citazione ironica ed il rimando venerante di Alda Merini (la sua scrittrice preferita), passata alla storia come “La poetessa dei Navigli”. La pagina Facebook è gestita dall’autrice Serena Giordano e si prefigge l’obiettivo di regalare perle di poesia giornalmente, impugnando fortemente il principio della condivisione come liberazione personale e di arricchimento del prossimo. Aperti da poco tempo, i profili social de “La poetessa del Canalone” sono su Facebook ed Instagram.

“Aforismi e chiacchiere vacanti” può essere considerato il percorso che ha affrontato Serena Giordano in quello che senza dubbio è tra i capitoli più difficile di una persona: imparare a fronteggiare gli attacchi di panico. Durante un lungo periodo di terapia in cui l’autrice ha affrontato le sue paure, Serena Giordano riscopre nella scrittura una sorta di “esorcismo personale” per poter affrontare il mondo e imparare passo passo a ritrovare l’amore per se stessa attraverso ogni sfaccettatura. L’ansia è un’ombra che ti porta ad isolarti da tutto e tutti e “non riuscendo a parlare con gli altri tendi ad isolarti, la scrittura mi ha salvata”.

Tema principe è l’amore. Non un amore canonico, quello tra due individui in relazione sentimentale ma un amore nel senso più ampio del termine: amore verso l’altro, amore in amicizia, amore verso la famiglia.

Si individuano, all’interno dello schema tematico di “Aforismi e chiacchiere vacanti”, tre importanti fasi, tre macro-aree che definiscono il costrutto della raccolta: sofferenza, rielaborazione e accettazione. Una sintesi delle cinque fasi del lutto teorizzate dalla psicologia che ricongiunge l’opera di Serena Giordano nel filone più ampio della scrittura come “medicina doloris“, la letteratura per guarire i mali dello spirito.

“Aforismi e chiacchiere vacanti” è stato distribuito da Book Sprint Edizioni. La raccolta di Serena Giordano è acquistabile online, presso il sito Mondadori, Feltrinelli o richiedendolo in qualsiasi libreria.

Noicattaro. giordano intero

Commenti 

 
#1 editore 2018-11-30 15:59
Dato i tempi che corrono, cara Giordano, bastava la copertina...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI