Mercoledì 21 Agosto 2019
   
Text Size

Riecco il Libroscopio: il “paesaggio” sarà il tema scelto

Noicattaro. libroscopio front

Sfondo giallo, al centro una grande scritta nera: “Il luogo in cui vivi: gabbia o libertà?”. A Noicàttaro in molti avranno notato per le strade, nelle passate settimane, i manifesti che hanno di fatto annunciato il ritorno di uno dei più importanti eventi culturali cittadini: l’edizione 2019 de ilLibroscopio. E come Penelope attese Ulisse per vent’anni, Noicàttaro ha atteso circa quattro anni (la precedente risale al novembre 2014) per la 7^ edizione della rassegna culturale il cui ricco programma si dividerà in due fasi: la prima, dall’1 al 9 febbraio, caratterizzata da seminari e dibattiti incentrati sul concetto di “paesaggio” (il tema scelto per questa edizione) e la seconda, dal 29 marzo al 6 aprile, che promette di passare “dalle parole ai fatti” con workshop e laboratori gratuiti.

Lo scorso 23 Gennaio, presso la Sala Consiglio del Rettorato dell’Università degli Studi di Bari, si è svolta la conferenza di presentazione del programma dell’edizione 2019, durante la quale sono intervenuti Luigi Grande, presidente dell’associazione Ali di Carta – Presidio del libro di Noicattaro, il sindaco Raimondo Innamorato e l’assessore Germana Pignatelli, il rettore dell’Università di Bari Antonio Felice Uricchio e i componenti della direzione scientifica dell’evento guidata da Pino Donghi.

Partendo dalla problematica della “disaffezione dai luoghi”, il tema del paesaggio verrà analizzato ed indagato per scoprire cosa un paesaggio può raccontare di una comunità ma, soprattutto, cosa quella comunità conosce e racconta di esso. Perché l’identità di una comunità non può prescindere dal proprio luogo di origine e di appartenenza e la rigenerazione urbana e culturale passa dalla consapevolezza della co-appartenenza ad uno stesso luogo. Sono i luoghi della città, i luoghi delle tradizioni dove nasce e si conserva l’identità, ma anche i luoghi interiori dell’anima, del ricordo, del sentimento dove si proveranno a cercare idee, risposte collettive al rinnovato bisogno di identità ed armonia.

“La nostra comunità intende valorizzare i luoghi, costruire e migliorare l’identità culturale che non può prescindere dalla rigenerazione di questi – ha detto il sindaco Innamorato - La rigenerazione dei luoghi parte dalla conoscenza e dall’apprezzamento del luogo di appartenenza. Parliamo di tutto il patrimonio che abbiamo ereditato come cittadini e come amministratori”.
La prof.ssa Letizia Carrera, della direzione scientifica: “Abbiamo cercato di comprendere che è fondamentale mettere a fuoco che ciò che differenzia lo spazio dal luogo, e quello che in questo percorso si sta cercando di rinforzare il senso di identità che i soggetti sperimentano e vivono quando sentono di appartenere ad un luogo. Abbiamo inteso guardare attraverso contributi teorici e con i laboratori al senso che i soggetti danno al proprio vivere in un determinato luogo urbano, alle pratiche di quei luoghi, alle progettualità che in quei luoghi realizzano. Il senso di appartenenza non si può che costruire partendo dalla conoscenza dei luoghi stessi. Noicattaro ha una storia forte alle spalle, politica, culturale, l’idea è che si possano rinforzare quelle conoscenze necessarie perché la cittadinanza senta di essere protagonista dei propri luoghi”.

L’assessore Pignatelli: “Ai concetti di co-progettazione e co-appartenenza, bisognerebbe affiancare quello di co-responsabilità perché la città è questo e perché se è vero che i luoghi influiscono sulla nostra formazione, è vero che noi influiamo in maniera dirompente sui luoghi. Molto spesso da influire anche sugli altri con il nostro modo di non apprezzare e, a volte, danneggiare i luoghi in cui viviamo. Se parlare dei paesaggi e dei luoghi può aiutare a stimolare la co-responsabilità avviando un percorso di riflessione sul tema della città oltre l’evento, avremo vinto la partita più importante”.

Appuntamento al 1 Febbraio ore 18:00 per la cerimonia d’inaugurazione nella sala consiliare del Municipio di Noicàttaro.

Noicattaro. libroscopio intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI