Mercoledì 17 Luglio 2019
   
Text Size

A.C.L.I., Raffaele Tranchitella eletto segretario di presidenza

Noicattaro. tranchitella front

Si è svolto a Bari, lo scorso 22 Marzo, il XXVIII congresso provinciale A.C.L.I. Quest’anno l’assemblea, oltre alla partecipazione dei soci baresi, ha visto l’ammissione anche di tutti i circoli della B.A.T., formando un’unica circoscrizione territoriale Bari-B.A.T, che attualmente conta circa 7000 soci e 53 circoli nelle due province.

Al termine del Congresso, in cui si sono approfondite tutte le tematiche più care all’associazione dei lavoratori cattolici italiani, si sono svolte le votazioni utili ad eleggere il nuovo direttivo dell’organo provinciale.

Spicca, tra le nomine, anche quella di un rappresentante del nostro comune. Il suo nome è Raffaele Tranchitella, laureato in Economia e Finanza, con alle spalle già tanti anni di gavetta tra l’Italia e l’estero. Presidente del circolo nojano A.C.L.I., che contra oltre 100 soci, Tranchitella è stato dapprima eletto dall’Assemblea dei Presidenti e poi nominato Segretario del nuovo presidente, il tranese Nicola Di Pinto.

“E’ una grande soddisfazione – ci dice Tranchitella – poter ripartire tutti insieme, dopo un periodo non molto felice per la nostra associazione. Durante il congresso abbiamo affrontato tanti temi, dal lavoro al welfare, dai servizi all’azione sociale, fino ad intraprendere un dibattito sull’annoso problema della parità di genere uomo-donna. Infine, il nostro sguardo è stato rivolto verso i giovani, sempre più vittime di un periodo storico molto difficile sotto l’aspetto lavorativo ed economico”.

I giovani al centro dell’intera programmazione della nuova associazione A.C.L.I., come si legge nella mozione programmatica finale dello stesso Congresso: “Negli ultimi anni registriamo un aumento preoccupante dei cosiddetti NEET (ovvero i giovani che non studiano, non si formano e non lavorano)”.

“I dati ISTAT del 2018 – si continua a leggere nella nota – ci raccontano una realtà drammatica. La percentuale dei NEET in Italia, infatti, è salito dal 22 al 26 %, un inaccettabile spreco di potenziale umano, con conseguenze gravi ed irreparabili. Le istituzioni e il corpo intermedio, di cui le A.C.L.I. sono sostanza di vita, hanno il dovere di rifuggire questo disagio ed impedire il dilagarsi di questo vento contrario”.

“Le A.C.L.I. – si conclude – considerano le nuove generazioni come la componente più preziosa e importante dell’intera associazione, da alimentare, formare e avviare assieme lungo il cammino della vita, consci del fatto che senza giovani non c’è futuro”.

Notevole il fatto che si sia giunti a queste considerazioni finali anche grazie all’intervento che lo stesso Tranchitella ha elargito durante il Congresso. “Quello sui giovani è stato un punto riportato da me stesso durante il mio intervento – ci dice il presidente nojano – e sono contento che il Congresso abbia riportato le mie stesse parole nel documento programmatico. Questo nostro impegno con i giovani, come verso altri argomenti importanti per il nostro territorio, come l’agricoltura, si pone come obiettivo principale per il nostro lavoro nei prossimi anni”.

Un giovane che lavorerà per i giovani, per i lavoratori e per i loro diritti. Siamo sicuri che Raffaele riuscirà a trasmettere anche in ambito provinciale la stessa voglia e lo stesso impegno che da anni intraprende nel nostro paese tramite la sua associazione, affinchè anche la nostra Noicattaro possa avere una voce sulle varie tematiche sociali che interessano il nostro territorio.

[da La Voce del Paese del 17 Aprile]

Immagine

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI