Lunedì 18 Novembre 2019
   
Text Size

Corpo Forestale e Regione Puglia per la difesa dei boschi

corpo forestale

 

                                                                            

 

                                                  Intesa Corpo Forestale-Regione Puglia per la difesa

                                                          dei boschi dell’ Alta Murgia dagli incendi.

                                                 Inaugurata base operativa fra Spinazzola e Gravina.

 

 

La campagna antincendio in Puglia incombe, inizierà il 15 giugno prossimo, secondo quanto stabilito da decreto del Presidente della Regione Vendola. Anche se l’ andamento climatico, in questa fine primavera, è stato finora clemente, è prematuro pronunciarsi sull’ imminente stagione estiva.

Regione Puglia e Corpo Forestale dello Stato hanno quindi pensato di rinsaldare l’ organizzazione di prevenzione e lotta agli incendi, confidando in una sinergia che non potrà che portare miglioramenti nei risultati della salvaguardia del patrimonio boschivo regionale.

Al di là della specifica convenzione che ogni anno viene stipulata fra le due istituzioni, quest’ anno si è inteso irrobustire il dispiegamento delle risorse sul campo, con la creazione di un presidio comune presso l’ Azienda regionale “Cavone”, in comune di Spinazzola, base operativa dell’ Agenzia Regionale Risorse Idriche Forestali (ARIF). La base si trova in un punto strategico all’ interno del Parco Nazionale dell’ Alta Murgia, a poche centinaia di metri dalla grande foresta demaniale di Acquatetta, purtroppo gravemente danneggiata da un incendio la scorsa estate. Altri complessi boscati (Senarico, Finizio, Castel del Monte) distano solo pochi chilometri dal Cavone.

Il Corpo Forestale ha contribuito al rafforzamento della base operativa con la dislocazione stabile di una propria autobotte della capacità di 3000 litri d’ acqua. Il pattugliamento dei boschi sarà effettuato anche su mountain-bikes, sì da permettere una vigilanza più capillare, sin negli angoli più remoti.

Corpo Forestale (cui compete primariamente l’ attività di coordinamento delle operazioni) e ARIF, come in passato, saranno in prima linea ed in completa sinergia nella difesa dei boschi regionali, e murgiani in particolare, con uno sforzo in più per tutelare un importante Parco Nazionale, unico nel suo genere, con estese foreste alternate ad ambienti di “pseudo-steppa”, rifugio per numerose specie animali e vegetali, anche rare ed endemiche.


 

 

IL COORDINATORE TERRITORIALE

 

(V.Q.A.F. tSFP Dott. Ruggiero CAPONE)

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI