Venerdì 15 Novembre 2019
   
Text Size

Aliquota Noicattaro e chi paga: Il 17 scade la prima rata IMU

COPERTINA IMU

 

Vista la complessità del sistema legislativo italiano fiscale, cerchiamo in questo articolo di rendere più pratico e fruibile la conoscenza e il calcolo dell'IMU, la famosa imposta sugli immobili. Ricordiamo che lunedì 17 giugno è in scadenza la prima rata dell'IMU 2013.

L'IMU è stata istituita dal Governo Berlusconi con il D. Lgs. 23/2011 ed è stata anticipata al 2012, in fase sperimentale, dal successivo Governo Monti (“Salva Italia” Decreto legge 201/2011).

 

CHI PAGA L'IMU?

 

- i proprietari di fabbricati, aree fabbricabili e terreni a qualsiasi uso destinati, compresi quelli strumentali o alla cui produzione o scambio è diretta l'attività dell'impresa;

- i titolari di diritti reali di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi;

- l’ex-coniuge affidatario della casa coniugale;

- i concessionari di aree demaniali;

- i locatari per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in leasing, a decorrere dalla data della stipula.

COSA COLPISCE L'IMPOSTA?

L'IMU colpisce il possesso di:

Fabbricati: ovvero le unità immobiliari iscritte o che devono essere iscritte nel catasto edilizio urbano, comprese le relative pertinenze.

Aree fabbricabili: cioè le aree utilizzabili a scopo edificatorio in base agli strumenti urbanistici generali o attuativi;

Terreni agricoli cioè i terreni adibiti all’esercizio delle attività agricole e connesse.

ATTENZIONE: Con il DL 54/2013 emanato dall'attuale Governo Letta, viene SOSPESO il pagamento della prima rata IMU per la prima casa e relative pertinenze (tranne per le categorie di lusso A/1, A/8, A/9), i terreni e i fabbricati rurali.

COME SI CALCOLA IL PRIMO ACCONTO IMU 2013?

Bisogna dapprima calcolare la base imponibile. Per i fabbricati iscritti in Catasto si calcola rivalutando le rispettive rendite catastali del 5% e applicando i seguenti moltiplicatori:

IMU moltiplicatori

Per le aree fabbricaibli la base imponibile è il valore venale in comune commercio al 1 gennaio dell'anno di imposizione.

Ottenuta la base imponibile, si applicano su di essa le aliquote emanate dai Comuni l'anno scorso, in particolare per il Comune di Noicattaro si applica l'aliquota del 0,88%.

La prima rata IMU, in scadenza lunedì 17 giugno, è il 50% dell'importo totale così calcolato e può essere versata con F24 presso qualsiasi sportello di banca (codice tributo 3918).

Per approfondimenti e per casi particolari contattate il vostro commercialista/CAF di fiducia.

Gaetano Sanitate

Collaboratore Studio Commercialista

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI