Lunedì 18 Novembre 2019
   
Text Size

Area Mercatale di Noicattaro: tutto in regola, si certo

Area Mercatale_front

 

A chi di noi non è mai capitato di recarsi presso l’area mercatale, anche solo se di passaggio o per semplice e puro caso? Credo proprio a nessuno!

Proviamo ora a considerare quella stessa area, non da un punto di vista strettamente commerciale, legato cioè all’eventuale acquisto/vendita di un determinato bene o prodotto, ma da un punto di vista funzionale, ossia di effettiva utilità della stessa.

Una specifica Ordinanza del Ministero della Salute, datata 3 aprile 2002, contenente i requisiti igienico-sanitari per il commercio sulle aree pubbliche, in particolare dei prodotti alimentari, precisa chiaramente al proprio interno, all’articolo 2, le caratteristiche generali che suddette aree pubbliche dovrebbero avere.

Di seguito un breve elenco riassuntivo.

Le aree pubbliche destinate al commercio, per un certo tempo nell’arco della giornata ed in spazi aperti, devono:

-          essere appositamente delimitate o recintate;

-          essere corredate di servizi igienici, distinti per sesso, utili sia per gli acquirenti, sia per gli operatori (coloro i quali sono autorizzati all’esercizio dell’attività di vendita) e dislocati sull’area in numero adeguato in relazione alle necessità;

-          avere una rete fognaria propria per assicurare uno smaltimento idoneo dei servizi igienici del mercato;

-          essere dotate di reti per allacciare ciascun posteggio all’acqua potabile e all’energia elettrica, qualora ve ne fosse la necessità;

-          essere dotate di contenitori, muniti di coperchio, di rifiuti solidi urbani, dislocati in numero sufficiente alle esigenze e facilmente accessibili a tutti.

Inoltre, la loro pavimentazione deve consentire il regolare e rapido deflusso delle acque meteoriche ed essere dotata di apposite caditoie atte a trattenere il materiale grossolano.

Il punto 4 dello stesso articolo ancora recita: “Il Comune […] è tenuto ad assicurare, per ciò che attiene gli spazi comuni del mercato e dei relativi servizi, la funzionalità delle aree […] ed in particolare, per quanto di competenza, la manutenzione ordinaria e straordinaria, la potabilità dell’acqua fornita, la pulizia, la disinfezione e la disinfestazione, la raccolta e l’allontanamento dei rifiuti”.

Il punto 4 riconosce anche la responsabilità di ciascun operatore, il quale, per ciò che attiene il posteggio nel quale è autorizzato ad esercitare l’attività, deve garantire l’osservanza delle norme igienico-sanitarie, la conformità dei propri impianti, la pulizia, l’ordine, la raccolta e l’allontanamento dei rifiuti generati.

I mercati come questo, già esistenti all’emanazione dell’ordinanza in questione, avrebbero dovuto adeguarsi alle disposizioni, previste e contenute dalla stessa, entro la data del 30 giugno 2003… Vi pare questo il caso? Alla luce di quanto appena delineato sembra proprio di no!

Parecchie persone, inoltre ed infatti, si lamentano a tutt’oggi della mancanza di servizi igienici; delle condizioni assolutamente indecorose nelle quali vengono lasciate le strade interessate dal mercato al termine dell’orario dell’attività lavorativa (colme di rifiuti, carte e buste di ogni genere); della pericolosità del tratto iniziale del mercato stesso, quello corrispondente al prolungamento di Via Dante, precisamente in Via Giardini Matteotti, dove la grossa rotatoria presente è spesso causa di incidenti e di cadute; della mancanza di appositi contenitori porta rifiuti tra una strada di bancarelle e l’altra.

Addirittura c’è chi, da abitante della zona, ha anche raccontato di trovare di frequente nel giorno del mercato nojano (mercoledì) buste colme di urina nei propri giardini, segno di civiltà a grado zero!

Teoricamente all’interno dei mercati dovrebbero anche esistere i cosiddetti ‘Poliziotti Annonari’, facenti parte del Corpo della Polizia Municipale, i quali dovrebbero garantire il corretto svolgimento del mercato in tutti i suoi aspetti. A volte ci sono...

Un’altra questione da affrontare in merito è: se qualcuno, per caso, dovesse sentirsi male nel pieno centro del mercato, da quale strada arriverebbero i soccorsi? Da dove potrebbe passare un’eventuale ambulanza? Possibile che nessuno abbia pensato ad un’eventualità del genere?

Tra le linee programmatiche presentate dal nostro Sindaco Giuseppe Sozio nell’anno 2011, anno in cui ha iniziato a rivestire questo ruolo, aventi cadenza quinquennale, quanto la durata della sua stessa carica, è specificatamente indicato che tra le nuove opere che l’Amministrazione intendeva realizzare, nel quinquennio in esame, era prevista la creazione di “una idonea area mercatale attrezzata”.

A distanza di due anni dalla suddetta previsione, vi sembra sia stata intrapresa qualche azione concreta a tal proposito?

“Ho indicato quello che possiamo concretamente fare nei prossimi cinque anni” – scrive e promette il Sindaco al termine di tutti i buoni propositi contenuti nelle linee programmatiche – “Si tratta di opere importanti che cambieranno e rilanceranno Noicattaro, che diventerà un paese più vivibile, più moderno, più accogliente e con una prospettiva vera per i nostri giovani”.

Ottima capacità oratoria, non c’è che dire! Peccato che al momento possiamo riconoscergli solo quella!

area mercatale_noja

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI