"Sei tu colui che deve venire?". Gli appuntamenti del Carmine

chiesa del_carmine_

 

“Sei tu colui che deve venire?”

 

Quella celebrata ieri è una domenica particolare, chiamata “Gaudete”, cioè “Domenica della gioia” perché si avvicina il Natale. La gioia domina la liturgia di oggi, che invita a ritrovare il coraggio, a irrobustire le mani fiacche e a rendere salde le ginocchia vacillanti (cfr. Is 35,1), perché il Signore viene a salvarci.


Prima Lettura (Is 35,1-6.8.10)

Le parole di Isaia sono piene di gioia e di speranza. Il profeta si rivolge agli israeliti, deportati in Babilonia e li invita ad avere coraggio e fiducia nel Signore: Dio, infatti, libererà il suo popolo dall’oppressione, facendolo giungere nella terra promessa. La giustizia divina si realizzerà concretamente attraverso alcuni segni: i ciechi riacquisteranno la vista, i sordi torneranno ad udire e gli zoppi cammineranno di nuovo.


Seconda Lettura (Gc 5,7-10)

San Giacomo ci invita a sperare nella venuta del Signore Gesù e ad essere pazienti. A tal proposito, egli usa l’immagine dell’agricoltore, il quale attende che i frutti della terra siano maturi prima di procedere alla raccolta. Gesù viene, anche se non conosciamo il giorno e l’ora in cui tornerà. Dobbiamo aver fede in Lui e vivere la nostra vita in pace con i nostri fratelli.


Vangelo (Mt 11,2-11)

Il Vangelo di oggi si apre con una domanda che i discepoli di Giovanni Battista rivolgono a Gesù: “Sei tu colui che deve venire?”. A questa domanda Gesù risponde presentandosi come colui che guarisce, che ama e che perdona.

Ora la missione di Giovanni è conclusa: in Cristo l’umanità trova il suo Salvatore e Signore.


Uscire dal Tempio per andare verso gli altri

“Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi:  dal cammino di Dio verso l’umanità nasce il cammino di ogni credente, invitato a mettere le proprie tende nella storia degli uomini, soprattutto dove essa mostra le sue pieghe e le sue ombre. Ci dice Papa Francesco: “Dio […] ha posto la sua tenda tra noi per portarci la sua misericordia che salva e dona speranza. Anche noi, se vogliamo seguirlo e rimanere con Lui, non dobbiamo accontentarci di restare nel recinto delle novantanove pecore, dobbiamo ‘uscire’, cercare con Lui la pecorella smarrita, quella più lontana”. (Papa Francesco, Udienza generale del 27 Marzo 2013) La disponibilità ad uscire dalle mura del Tempio, dalle mura delle nostre sicurezze, trasforma il cammino di Avvento-Natale in un’occasione privilegiata per vivere la responsabilità dell’accoglienza. (Tratto da: “Verso le periferie della storia. La Pentecoste e lo splendore della speranza”, mons. Francesco Cacucci)


Agenda parrocchiale dal 16 al 23 Dicembre

Ore 18:30 S. Messa. A seguire, la Novena.

Dal 17 al 21 Dicembre, ore 16:30 Novena di Natale per tutti i ragazzi di catechismo e A.C.R.

Martedì, 17 Dicembre e mercoledì, 18 dicembre ore 19:00 Preparazione al Battesimo per i genitori, padrini e madrine dei battezzandi.

Giovedì, 19 Dicembre ore 20:00 Percorso prematrimoniale.

Venerdì, 20 Dicembre ore 19:45 Catechesi comunitaria.

Sabato, 21 Dicembre S. Messe ore 7:30 - 18:30

Domenica, 22 Dicembre Quarta Domenica d’Avvento S. Messe ore 8:00 - 9:30 - 11:00 - 18:30

Ore 17:30 S. Rosario.

Ore 18:00 Novena di Natale.

Ore 18:30 S. Messa.

Liturgie penitenziali ore 19:00. Martedì, 17/12 - Chiesa di Lourdes. Mercoledì, 18/12 - Chiesa del Carmine. Giovedì, 19/12 - Chiesa del Soccorso. Venerdì, 20/12 - Chiesa Matrice.


Aiuta le famiglie bisognose della nostra comunità, depositando i viveri nei cestini sistemati in chiesa.