Venerdì 19 Luglio 2019
   
Text Size

L'albero della Fratellanza che illumina(va) Piazza Dossetti

albero della_fratellanza_front

 

Sabato 7 Dicembre scorso, i bambini e i ragazzi del 2° Circolo Didattico “De Gasperi” e dell’Istituto Comprensivo “Gramsci-Pende” si sono riuniti in piazza Dossetti per vivere una vigilia dell’Immacolata diversa, e ricordare il vero significato del Natale che - in questi tempi fatti di regali costosi, compere e tanta fretta - si sta un po’ perdendo.

Sabato pomeriggio l’assessore Vito Didonna ha illuminato la piazza accendendo “L’albero di Natale della Fratellanza”, decorato da alcune classi di scuola primaria con pensieri di solidarietà e soprattutto di pace nei confronti dei bambini di tutto il mondo.

L’iniziativa è stata portata avanti dall’Associazione Culturale “Controvento” che, per il secondo anno, ha distribuito materiale nelle classi per consentire ai bambini di creare decorazioni per l’albero.

Ognuno di loro ha espresso su un cartoncino i propri desideri più sinceri per questo Natale, soprattutto verso bambini come loro che però vivono dall’altra parte del mondo, in realtà totalmente diverse come la fame, la povertà e la guerra.

Alcuni di questi cartoncini riportavano anche quelli che sono i diritti più importanti dell’infanzia come quello all’istruzione e all’avere una famiglia e una casa.

Con questa iniziativa si è evidenziato che - se pur la televisione non smetti di trasmettere immagini di un Natale tutto luci, panettoni e regali - i bambini sanno che ci sono da qualche parte i loro coetanei che non riceveranno doni e non decoreranno le loro case con gli addobbi natalizi, dimostrando la loro solidarietà per quest’ultimi.

Gli insegnanti hanno portato nelle mattine precedenti alcuni degli alunni per permettere loro di attaccare all’albero i bigliettini decorati. Durante la serata l’Associazione Controvento - tramite la sua Presidente Santa Dipinto - ha rivolto alle famiglie dei ragazzi l’invito ad un pomeriggio di “fraternità”, come ci suggerisce già il nome dell’albero, e di spirito natalizio offrendo dolci e biscotti e distribuendo sorrisi grazie all’ausilio di un simpatico Babbo Natale.

“Ci si aspettava più affluenza - ci spiega una delle operatrici di Controvento - ma si sa, ormai il sabato è il giorno dedicato alle compere e lo si passa sempre più spesso nei centri commerciali”.

Ma questo non fa demordere, e l’anno prossimo l’iniziativa sarà riproposta sperando di sensibilizzare ancora di più le famiglie nojane ad un Natale fatto più dal donare che dal ricevere. 

Controvento albero_2013

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI