Lunedì 25 Ottobre 2021
   
Text Size

Feste all'insegna della crisi: come festeggia una famiglia media

Babbo Natale_in_crisi

 

Il Natale è appena passato e il 2013 è ormai agli sgoccioli, ma la crisi economica che incombe sulle tasche degli italiani non sembra assolutamente cessare.

La Voce del Paese ha indagato su come i nojani vivono questo difficile periodo e in che modo concilieranno le feste natalizie, tradizionalmente sinonimo di abbondanza, con la crisi economica in atto.

È stato un Natale semplice e lo abbiamo passato in famiglia - afferma la signora Maria -, i dolci sono fatti in casa e per i pranzi e le cene con i parenti abbiamo comprato solo il necessario. Gli sprechi non sono ammessi”.

La signora Carmela sottolinea: “Se negli anni passati era possibile concedersi il lusso di un breve viaggio, di un veglione o di un pranzo al ristorante, quest’anno resteremo in casa”.

Feste natalizie all’insegna della semplicità e del risparmio per i nojani, che per questo Natale hanno bandito lo spreco a tavola e non solo. “Mi piace addobbare la casa per le festività, ogni anno organizzo qualcosa di diverso - ci spiega la signora Mina -. Adesso, però, non ho la possibilità economica di acquistare molto, dato che gli addobbi hanno raggiunto prezzi esagerati. Userò quello che ho, chissà che non venga fuori qualcosa di originale”.   

I negozianti di Noicattaro confermano la linea di pensiero dei propri clienti. L’affluenza nei negozi sembrerebbe essere la stessa degli anni scorsi, ma i cittadini nojani sono più attenti e parsimoniosi: si compra solo ciò che è strettamente necessario, le quantità sono ridotte e si approfitta delle offerte. Banditi gli sprechi per questo fine 2013.

Ecco spiegato il grande successo dei discount, che a Noicattaro, sono apparsi ormai da qualche anno: “Si risparmia e ci si può concedere qualche acquisto in più” afferma un cliente, intervistato all’uscita di uno dei tanti supermercati low cost del nostro paese.

Stiamo passando delle feste natalizie semplici e per lo più in casa per i nojani. Pochissimi sono gli spostamenti fuori Noicattaro. Se la crisi da un lato sicuramente limita le spese e condurrà a “stringere la cinghia”, dall’altro sembrerebbe favorire la tradizione e la famiglia: addobbi meno invadenti, regali poco costosi, ma più sentiti; parenti e amici che si ritroveranno insieme attorno ad una tavola sobria e massaie che, grazie alla loro fantasia, si metteranno alla prova per recuperare in modo creativo gli immancabili avanzi.

La difficoltà economica che ha colpito tutti in questo periodo sembrerebbe, infatti, aver favorito la semplicità, la sobrietà e lo spirito natalizio. Festività low cost dunque, ma nel calore familiare e nel rispetto delle tradizioni.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI