Mercoledì 24 Luglio 2019
   
Text Size

Strade piene di escrementi di cani. La colpa è solo nostra

Escrementi cane

 

Sono sempre di più le lamentele dei cittadini nojani riguardanti gli escrementi canini che sporcano le strade del nostro paese. Spesso passeggiare si trasforma in una vera e propria corsa ad “ostacoli” e naturalmente, con le copiose piogge invernali la situazione peggiora. Il problema non è concentrato soltanto nelle zone periferiche, dove le strade campestri e la lontananza da sguardi indiscreti potrebbero essere viste come un invito all’inciviltà, ma anche le vie del centro come Corso Roma o addirittura Piazza Umberto sono colpite da questo maleodorante fenomeno. La responsabilità non è certamente da attribuire al “migliore amico dell’uomo” - che non è consapevole delle norme igieniche - ma di alcuni padroni che non si preoccupano di pulire dove il proprio cane ha sporcato. Ovviamente Noicattaro è patria anche di cittadini accorti ed educati che portano con sé tutto il necessario per lasciare la strada pulita come la si è trovata, ma in realtà,  non tutti i nojani sono così attenti e la pulizia delle strade ne risente.

“A volte diventa davvero difficile camminare - dice la signora C. - soprattutto se si hanno le mani impegnate dalle buste della spesa e un bambino a cui badare, che facilmente potrebbe sporcarsi”.

Molti sono i cittadini nojani che non si ritengono contrari alla presenza di questi animali in paese, ma che desidererebbero solo un pò di civiltà e rispetto del bene pubblico da parte di chi passeggia con il proprio cane. Eppure i modi per pulire gli escrementi di “Fido” sono tanti: dalla classica paletta, acquistabile nei negozi specializzati, fino al casalingo “metodo della busta” che prevede l’indossare, appunto, una busta di plastica, come se fosse un guanto e rivoltarla dopo aver raccolto le feci, in modo tale da non entrare in contatto con gli escrementi. 

Naturalmente Noicattaro non è l'unica a dover affrontare questo fastidioso problema. Alcune città sono ricorse a soluzioni estreme: è il caso di Brunete, cittadina spagnola a pochi km da Madrid, la cui amministrazione  ha deciso di spedire a casa dei suoi incivili cittadini gli escrementi del proprio amico a quattro zampe. L’iniziativa prevedeva che alcuni volontari passeggiassero per le strade e avvistassero i maleducati padroni. In seguito, dopo aver raccolto il frutto del “misfatto”, il volontario, con un espediente,  si faceva dire dall’ignaro proprietario la razza e il nome del cane. In Spagna esiste un registro per gli animali e quindi basta un controllo nei database per risalire ai dati necessari: poche ore dopo un corriere consegnava a casa del “colpevole” le feci “smarrite” contenute in una scatola e accompagnate da un ammonimento. Dovremmo imitare il comune spagnolo per debellare questo maleodorante fenomeno a Noicattaro o basterebbe solo un pò di accortezza e di responsabilità?

Commenti 

 
#3 nojano_stanco 2014-01-04 23:20
Il pesce puzza dalla testa. Prima di tutto il comandate che parcheggia la propria auto nell'area di parcheggio riservata alle auto si servizio della polizia municipale. Su corso Roma parcheggia o tranquillamente sui marciapiedi. E i vigili?
Figuriamoci se si mettono a controllare le cacche dei cani.
 
 
#2 Nojano 100% 2014-01-04 14:58
Brava Rafaela Volpe, condivido in pieno (comprese pescherie, supermercati, fruttivendoli, fumatori, luridi, maleducati, smaltitori di eternit, copertoni, mobili, elettrodomestici, etc.).
Considerato che la cacca del mio cane io la raccolgo, e come la mettiamo con la manutenzione delle griglie e l'allevamento di blatte che ci stanno invadendo?
A questo punto penso che la cacca di Fido sia la cosa più pulita (per com'è ridotto il nostro paese). E il bello è che i più "vivaci" sono spesso i più inquinatori (vogliamo parlare dell'aria nelle nostre campagne).
 
 
#1 rafaela volpe 2014-01-03 21:17
adesso diamo la colpa agli escrementi dei cani ma è ben altro che non funziona e c'è il paese schifo pescherie che svuotano nei bidoni interiora di pesce e tante altre cose i cartoni dei supermercati cortecce di salami e tante altre cose dopo non parliamo delle griglie sporche dove cade l'acqua piovana o dei fili dell'enel penzolanti questo è noicattaro un paese fantasma
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI