Mercoledì 24 Luglio 2019
   
Text Size

Finite le feste, Noicattaro va in letargo. Ci vediamo a Pasqua

Noicattaro dorme

 

Da un po’ di anni - se la memoria non inganna - a Noicàttaro il periodo natalizio ci sta regalando un evento dietro l’altro. Merito dell’amministrazione e dell’assessore alla Cultura se questo progetto sta prendendo forma, ma un ringraziamento particolare lo si deve a tutte le associazione presenti sul territorio che stanno rilanciando il nostro paese dopo anni di buio totale.

Per tutto l’anno il cittadino nojano comune è stato prima rintanato in casa, poi è arrivata la bella stagione ed è corso a rinfrescarsi nelle belle acque gelide di Torre a Mare, poi è ritornato nuovamente in letargo. Quest’anno però, per tutto il mese di Dicembre, il nojano che pensava di svagarsi un po’ nella stacanovista Rutigliano - pronta a sfornare eventi meglio di un pizzaiolo - è stato sommerso di spettacoli. Forse troppi eventi e, in alcune giorni particolari, si è assistito a più manifestazioni.

Belle iniziative, per carità, ma perché si deve aspettare Natale per dare vita a questo Paese? Un’accozzaglia di proposte tutte distribuite in un mese, come a credere che i nojani negli altri 335 giorni dell’anno stiano in casa a girarsi i pollici. Noicàttaro si anima nelle feste “comandate”, infatti i prossimi eventi saranno le processioni di Pasqua durante la settimana Santa e quella patronale (la festa del Carmine). Nulla in contrario a questi meravigliosi riti che portano in alto la fede di questo paese. Ma il punto è quello di fare sempre, fare molto. Di non adagiarsi sugli allori e credere che quel poco che si dà, solo a Natale e nei riti religiosi, possa bastare. Invece non basta perché l’evento che si può creare in un giorno qualunque, in un giorno in cui non è prevista nessuna festa “comandata” può essere un rilancio per il paese. E non aspettarsi sempre che le associazioni propongano un evento che interessi, in fin dei conti, loro. Ovviamente un’associazione sportiva non potrà mai creare un evento letterario, sarebbe contraddittorio. Il coinvolgimento da parte dell’amministrazione nel motivare a creare è basilare. Già durante l’evento di Nojarella, l’assessore alla Cultura Vito Didonna ci ha anticipato che “a chiusura di questi eventi di Natale, faremo un incontro con tutte le associazioni per ridimensionare la situazione. Discutere di quello che poteva essere evitato e di quello che poteva essere valorizzato”. Non sappiamo se questo meeting sia avvenuto o meno e se, nel frattempo, siano state prese in considerazione iniziative come quelle sopra riportate. L’auspicio è quello che di fare, ma di fare bene.

Commenti 

 
#5 Ex PD 2014-01-23 20:03
M5S I 5 INTERVENTI AL PARLAMENTO PIU' BELLI. http://youtu.be/j8bbzk7Pp2k
 
 
#4 Ex PD 2014-01-23 20:00
Villarosa e Di Battista (M5S) distruggono PD e PDL.
http://youtu.be/237B6_6Y3ow
 
 
#3 Ex PD 2014-01-23 19:50
Fanno misere feste per far dimenticare ai nojani che i nostri amministratori anche dopo il rimpasto non stanno facendo nulla per i cittadini.
 
 
#2 bah 2014-01-23 19:43
Non si può mica avere speranza nelle associazioni. Va stimolato il privato e il settore dell'intrattenimento in generale, capendo finalmente che è lavoro anche quello.
 
 
#1 ns 2014-01-23 17:33
bè non definirei accozzaglia gli eventi di natale, alla fine se continuiamo a criticare quel poco che abbiamo non andremo da nessuna parte.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI