Venerdì 15 Novembre 2019
   
Text Size

Manifesti strappati e abbandonati a terra. Era un paese civile...

Noicattaro. Manifesti strappati front

 

Curiosi di sapere? Eccovi svelato l’arcano!

Passeggiando tra le vie di questo paese, spesso e volentieri si rischia d’inciampare tra rifiuti di ogni tipo e, novità di qualche tempo, anche tra residui di manifesti, stracciati - non si sa perché, non si sa per come - e lasciati tranquillamente adagiare su bordi di strade e marciapiedi.

Diverse le lamentele e le segnalazioni pervenute, a riguardo, presso la nostra redazione.

Chi ne sarebbe l’artefice? Nessuno lo sa di preciso. C’è chi sostiene si tratti di atti di puro ed insensato vandalismo, di una nuova e fresca modalità per passare il tempo in maniera insolita e, decisamente inusuale, da parte di qualche ragazzo o ragazzino. E c’è chi, invece, ritiene che la colpa di tutto ciò sia attribuibile a chi di professione attacca quegli stessi manifesti, il quale, nel momento in cui ne affigge di nuovi, strappa i precedenti, ormai obsoleti, lasciandoli “morire” per terra e senza più raccoglierli. Addirittura qualcuno di noi ha anche trovato strappato o rovinato il manifesto pubblicitario relativo al nuovo numero in uscita di questo stesso giornale “La Voce del Paese”.

Noicattaro. manifesti strappati intero

La domanda, a questo punto, sorge spontanea: perché compiere azioni simili? E a quale scopo?

Oltre ad essere, di per sé, un gesto completamente inutile, esso deturpa l’ambiente circostante e rende indiscutibilmente indecoroso tutto l’arredo urbano.

Più e più volte abbiamo ribadito nei nostri scritti che il nostro paese deve essere la nostra seconda casa, e allora non limitiamoci solo a puntare il dito contro i nostri amministratori e le loro mancate azioni, ma agiamo anche noi, concretamente e fattivamente.

Cosa facciamo noi, cittadini di questa Noicattaro, nel nostro piccolo, per renderla giorno per giorno più vivibile e migliore? Strappare manifesti certamente non è la modalità migliore!

Sicuramente siamo dinanzi ad un problema di civiltà: non rispettare l’ambiente e il decoro della propria cittadina, significa indirettamente non rispettare nemmeno se stessi e ugualmente anche gli altri.

Che dire, confidiamo nel buon senso di colui o colei trovi divertente danneggiare il paese più di quanto esso non lo sia già di suo.

Se pretendiamo l’ottima amministrazione da chi di dovere e di competenza, dobbiamo anche essere disposti ad offrirne le possibilità, senza andare ad aggiungere contrattempi o problematiche che non hanno davvero motivo di esistere.

Sfogate la vostra rabbia, frustrazione, o  quel che sia, in altro modo e abbiate cura del bene pubblico.

Carta straccia quindi si - nell’uso quotidiano essa si genera o potrebbe generarsi - certamente però non strappando o deturpando manifesti pubblici, ma che vada poi depositata negli appositi cestini e non letteralmente abbandonata a se stessa per le varie strade.

Il bene comune è anche il nostro bene, per cui…vogliamoci bene!

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI