Domenica 24 Ottobre 2021
   
Text Size

I ragazzi della Pende in trasferta per i Giochi Sportivi Studenteschi

Noicattaro. La Pende ai Giochi Sportivi Studenteschi front

 

Martedì 18 Febbraio, 11 ragazzi della scuola primaria di secondo grado ‘Nicola Pende’ si sono recati al palasport di Mola di Bari per disputare un Torneo a tre di basket contro le squadre di Acquaviva e Mola.

I ragazzi sono partiti da scuola con un grande entusiasmo generato certo dal saltare qualche ora tra i banchi ma soprattutto dalla voglia di fare una divertente esperienza sportiva e di socializzazione.

Purtroppo il torneo ha avuto esiti negativi per la squadra nojana, che non è riuscita a vincere nessuna delle partite ma il mister Michele Digiglio non ha smesso di ripetere ai suo giocatori che l’importante sta nel partecipare e nel divertirsi praticando uno sport che stimola il gioco di squadra e l’amicizia.

“Purtroppo eravamo in netto svantaggio - ci racconta mister Michele - ci siamo trovati davanti due squadre con ragazzi di due anni più grandi, e tutti iscritti alle associazioni sportive del loro paese”.

Infatti degli undici ragazzi della Pende solo cinque sono associati dell’U.S. Basket Noicattaro, gli altri non avevano mai partecipato ad una partita di pallacanestro vera e propria e per di più erano tutti ragazzi frequentanti il primo anno di scuola media, quindi con qualche anno di esperienza in meno rispetto ai loro avversari e forse anche con qualche centimetro di differenza in altezza, che si sa nel basket fa tanto.

“Non importa che abbiano perso, per i ragazzi questa è stata sicuramente un esperienza formativa dal punto di vista morale e sportivo. Per divertirsi non serve vincere ma solo giocare con entusiasmo” spiega Michele Digiglio, che da sempre insegna ai suoi allievi a portare in campo la correttezza e l’educazione, e mai la rivalità.

“Anche se abbiamo perso mi sono divertito tanto, ed è un esperienza che rifarei volentieri” dice con entusiasmo uno dei ragazzi che ha partecipato al torneo.

Le attività sportive nelle scuole sono sempre più trascurate negli ultimi anni, le ore di educazione fisica sono sempre di meno o sempre meno utilizzate dagli insegnati.

Per questo motivo gli studenti devono essere spronati a partecipare ad iniziative di questo genere poiché favoriscono l’apertura mentale e danno anche una visione più colorata e vivace della scuola che viene vista non solo come un luogo di studio ma anche come un posto che offre opportunità per divertirsi e per fare amicizie anche con ragazzi di altri paesi.

Il mister è fiducioso: “Se lo sport continuerà ad essere incentivato, l’anno prossimo andrà sicuramente meglio, i ragazzi saranno migliorati e sapremo essere all’altezza”.

Noicattaro. La Pende ai Giochi Sportivi Studenteschi intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI