Venerdì 22 Ottobre 2021
   
Text Size

Caos di una calda sera d'estate: Artenimus fa causa al Comune

Noicattaro. Serata Artenimus

 

Era Luglio del 2013 e a Noicattaro si litigava per una delle serate del programma estivo nojano. Artenimus - ricorderete tutti questo nome - è stato il simbolo della musica a Noicattaro nell’ultima calda estate.

Artenimus ha creato un ricco programma di serate presso il piazzale dell’ex stazione - che si tenevano ogni mercoledì - dal 29 Maggio al 4 Settembre scorso. Cover band e artisti locali: un po’ di movida a Noicattaro.

“Meno male c’erano loro - disse qualcuno - che se aspettavamo il Comune...”.

Eppure, nonostante l’autorizzazione preventiva a tutte le date di Artenimus, qualcosa non andò per il verso giusto.

Era il 10 Luglio, per la precisione, e da Sammichele di Bari erano già arrivati i cantanti, ospiti del palco di Artenimus. Nella stessa serata erano in programma le prove generali dell’Aida, che sarebbe dovuta andare in scena il 15 e il 17 Luglio.

Incomprensioni, cose dette fra i denti, cose non dette. Qualcuno delegittimava il lavoro dei ragazzi nojani, qualcun altro imprecava inutilmente Giuseppe Verdi e la sua opera: quasi si arrivò alle mani. Insomma, la serata organizzata dal bar Varenne saltò, perchè il Comune decise di dare spazio, appunto, alle prove generali dello spettacolo di Giuseppe Verdi. Risultato? Una serie di polemiche e...contenzioso.

Subito il Comune - nella persona dell’assessore e del dirigente - cercò di rimediare, promettendo una serie di trattative, tutte saltate. Tre lunghi mesi di telefonate, incontri e mail: nessun accordo.

Poi il passo successivo. Lo scorso 7 Gennaio 2014, la caffetteria Varenne ha notificato atto di citazione al Comune di Noicattaro dinanzi al Giudice di Pace di Rutigliano, per ottenere la condanna del Comune al pagamento della somma di 5.000 euro di danni, a titolo di rimborso spese e danno all’immagine.

Il Comune, dal canto suo, dovrà difendersi. Tramite una procedura comparativa è stato individuato un legale, tra gli iscritti nell’elenco dei professionisti (sezione Diritto Civile) e ha nominato l’avv. Arianna Abruzzese come difensore dell’Ente. A lei andrà un compenso di circa 400,00 euro.

Non sarebbe stato più semplice, all’epoca, gestire meglio il calendario degli eventi estivi? Speriamo valga da lezione per la prossima estate.

Commenti 

 
#3 IL FALCO 2014-02-26 19:15
QUESTA SOMMA LA DEVONO PAGARE L'ASSESSORE ALLA CULTURA, ( LA SORELLA ) ED IL DIRIGENTE DEL SETTORE, ALTRO CHE RIDISTRIBUIRLO SUI CITTADINI, QUESTO E' L'ENNESIMO MOTIVO PER MANDARE A CASA QUESTO PADRE / PADRONE ( SOZIO ),PER LA SUA INNEFICIENZA, E' SOPRATTUTTO NELLA SCELTA DI DARE LA DELEGA AD UN PERSONAGGIO INADATTO A GESTIRE L'ASSESSORATO .CONCORDO CON IL GESTORE DELLA CAFFETTERIA VARENNE, DA QUESTA STORIA SI EVINCE CHE', NON AVENDO UNA COPERTURA SOLIDA NEL COMUNE,E' STATO LETTERALMENTE MALTRATTATO , BENE, SPERO CHE LA GIUSTIZIA FACCIA IL SUO CORSO.
 
 
#2 GrillinoX 2014-02-26 15:53
I 5mila euro non li rimborseranno di tasca loro, ma verranno cmq presi dai soldi pubblici...di noi cittadini nojani!!!

Un pratico esempio di come le decisioni personali toccano noi cittadini da molto vicino!

RINGRAZIO TUTTA L'AMMINISTRAZIONE NOJANA E CHI L'HA VOTATA!!!
 
 
#1 Io Voto M 5 Stelle 2014-02-25 19:50
Il nostro Comune ha un sito non ancora del tutto efficiente, gli incarichi pubblici devono per legge essere pubblicati sul sito perché i cittadini devono sapere che sono quelli che ottengono gli incarichi e relativa parcella. Tutto ciò non avviene ancora chissà per quale motivo.....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI