Giovedì 14 Novembre 2019
   
Text Size

Lotta all'abusivismo: ottimo lavoro dei Vigili sul territorio nojano

fruttivendoli abusivi

 

Sul settimanale n. 4 de La Voce del paese, avevamo evidenziato il problema dell’abusivismo, grazie alla campagna di sensibilizzazione promossa dalla Confartigianato. Con immenso piacere abbiamo saputo che l’articolo ha mosso una serie di procedimenti e comportamenti che hanno smosso la situazione. Come se nessuno fosse a conoscenza del problema e all’improvviso fosse stato tirato in ballo da un anonimo giornale di informazione.

 “L’abusivismo imprenditoriale costituisce una delle più pesanti piaghe per il sistema della Piccola Impresa, per l’Artigianato ed il Commercio in particolare”. Così si apriva la lettera - sottoscritta da Vito Ciavarella, presidente della Confartigianato di Noicattaro - con la quale si intendeva invitare l’amministrazione comunale a discutere insieme di questa problematica, trasversale a tutti i settori.

“Imprese ‘fantasma’ e operatori abusivi - continuava l’analisi - sottraggono quotidianamente risorse alla collettività, inaridendo un mercato già fortemente depauperato. In questa difficile congiuntura economica diventa davvero difficile spiegare alle Imprese che debbono sottoporsi a nuovi sacrifici senza poter garantire loro minime condizioni di legalità. Quella della lotta all’abusivismo di mestiere è certamente una ‘partita’ complessa ma che le Istituzioni non debbono mai smettere di giocare con l’obiettivo di venirne a capo”.

Dai primi di Febbraio quindi, si sono intavolati discussioni tra Vigili Urbani, Carabinieri, Guardia di Finanza e sindaco Sozio. Da queste riunioni sono venute fuori le strategie per combattere questa piaga e - per dovere di cronaca - dobbiamo comunicarvi che tutto sta procedendo nei migliori dei modi.

Questo ovviamente grazie al lavoro del Comandante della Polizia Locale - dott. Oscar Rubino - e dei Vigili Urbani, dei Carabinieri di Noicattaro (che sono intervenuti nei casi di resistenza di qualche fruttivendolo abusivo) e della Guardia di Finanza di Mola. Il lavoro congiunto di queste Forze dell’Ordine sta portando un buon risultato. 

“In questo contesto - aveva commentato il Presidente Ciavarella - chiediamo all’amministrazione di adoperarsi affinché si affronti per debellare questa insopportabile piaga”.

Non dimentichiamo che i membri della Confartigianato parlarono di abusivismo nel lontano 2011, quando furono fatti una serie di incontri con sindaco e Giunta, nei quali proposero la sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa con l’Agenzia delle Entrate, al fine di effettuare le segnalazioni qualificate.

A venti giorni dall’inizio di questa lotta, la scorsa settimana erano rimasti pochissimi abusivi ancora in giro, nascosti negli angoli del paese. Ma mercoledì 19 Febbraio ad esempio, due Vigili Urbani erano in giro nel mercato settimanale e hanno constatato l’assenza di fruttivendoli abusivi. Il Comando dei Vigili invita la cittadinanza a segnalare loro eventuali casi di abusivismo ancora presenti.

Commenti 

 
#5 paciolla giovanni 2014-03-02 17:04
Ma di cosa stiamo parlando i vigili non romperanno mai le scatole ai soliti "picciotti"locali perche hanno paura rompono le palle solo alle persone educate che non reagiscono!
 
 
#4 francesca 2014-03-01 09:54
carissimi signori vigili vi volete svegliareee??? la mattina andate in giro a multare la gente che si mette abusivamente a vendere la frutta... c'è ne sono ancora molti in giro!!non abbiate paura di multarli
 
 
#3 Io Voto M 5 Stelle 2014-02-28 07:05
BEN DETTO NONNA PAPERA QUI DA NOI SI VIAGGIA CON DUE PESI E DUE MISURE.
LO SAPPIAMO BENE COME FUNZIONA L'UFFICIO E PER QUESTO SE ANDIAMO NOI AL COMUNE GLI FAREMO VEDERE COME SI CONDUCE UN UFFICIO DI P.M.
 
 
#2 nonna papera 2014-02-27 18:51
Bravi i nostri vigili che ricordano di essere tali solo quando viene chiesto loro espressamente di vigilare, forse dimenticano che il loro dovere primario È vigilare.Però riesce sempre a sfuggire loro qualcosa.Esempio c'è un tipo che ogni mattina gira a bordo del suo Ape e vende:frutta, candeggina, tappeti tovaglie, ombrelli ecc....Ora il cassone dell'ape non è uguale a quello di un TIR, quindi tutta quella merce insieme ci fà dimenticare le norme igieniche.Ma lo scontrino fiscale? Allora signori vigili guadagnatevi meritatamente gli eventuali ringraziamenti.
 
 
#1 Grillino 2014-02-27 13:06
Ma quale ottimo lavoro, vicino al supermercato Pesce staziona sempre uno, un altro circola con un furgone ecc.
Dopo le prime multe tutto sta ritornando come prima.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI