CARO NICHI VENDOLA TI SCRIVO

lamasangiorgio


In Natura nulla esiste per caso.


Mi vien da pensare alle foreste di mangrovie estirpate per dar spazio ad hotel a 4 e 5 stelle in Indonesia, lì dove la loro presenza avrebbe attutito, a detta degli esperti, l'impatto con  "l' onda della morte" nel 2006.

In questo discorso s'inserisce, seppur con toni più pacati, quanto accade a Noicàttaro, ad una delle "forme carsiche" più importanti: la "Lama Giotta".

La Lama convoglia le acque piovane provenienti dall'altopiano murgiano verso il mare Adriatico.

Inoltre per le caratteristiche climatico-ambientali nelle quali si trova, è sede di popolazioni vegetali ed animali anche piuttosto rare, ad es."Stipa Austroitalica", specie di "Graminacea" protetta da direttive comunitarie e sette diverse specie di orchidee.

Da non sottovalutare è l'aspetto archeologico che conferisce alla "Lama" un'importanza storico-culturale,

a Noicàttaro sono presenti infatti resti archeologici dal VI al IV sec a.C.

Per questo mi chiedo: come è potuto accadere che invece di creare sviluppo turistico e ambientale da queste ricchezze naturali e storiche ci sia quasi una totale indifferenza delle autorità, il tutto a rischio della sicurezza della collettività ?

A Noicàttaro quasi tutta la Lama è privata ma sulle proprietà gravano vincoli di natura idrogeologica che il più delle volte non vengono rispettati dai proprietari terrieri.

Ciò si traduce in un incremento di "vulnerabilità" e quindi di "rischio idrogeologico" ovvero di alluvionamenti.

Di chi sono le maggiori responsabilità, dell'agricoltore che impianta il vigneto nell'alveo della lama o delle autorità preposte al controllo del rispetto dei suddetti vincoli?



Grazie alla sensibilità di pochi è stata presentata in Commissione Ambientale regionale una proposta di legge per fare della Lama un "Parco Naturale Regionale". Speriamo che non sia solo un "Parco di carta",

infatti ad oggi dai politici solo parole, belle parole.



I cittadini da anni stanno facendo la loro parte attendendo un riscontro concreto dall'autorità

competenti e non solo queste belle parole.



Cari assessori all'ambiente

della regione Puglia,

della provincia di Bari,

dell comune di Noicàttaro,

Caro Nichi Vendola,

ma quando nascerà questo parco?



Invano attendo risposta.