Giovedì 18 Luglio 2019
   
Text Size

Via Turati e i cestini portarifiuti: i cittadini scrivono alle istituzioni

Noicattaro. Cestino portarifiuti via Turati front

 

Riceviamo e pubblichiamo le lamentele di Nicola Liturri che, a nome dei 47 residenti di via Turati, esprime tutta la sua rabbia circa la sua zona di residenza. Il problema denunciato è l’igiene pubblica e urbana, e i cittadini non ne possono più. Questo è già il quarto articolo che pubblichiamo, in merito a via Turati, e la stessa lettera è stata indirizzata al Comando di Polizia Municipale e al sindaco Peppino Sozio. Vogliamo ascoltare questi cittadini, abbandonati dalle istituzioni e dall’Ecologica Pugliese? Buona lettura.

Qui intanto, potete trovare i precedenti articoli, pubblicati rispettivamente il 13 Dicembre 2013, il 28 Dicembre 2013 e il 7 Marzo 2014.

Ci risiamo. La storia si ripete. Oggi, 30 Aprile, i quattro cestini esistenti sul marciapiedi dell’isola pedonale al nostro interno (via Turati) sono nuovamente privi di buste perché l’operatore ecologico le ha portate via senza riporre quelle vuote.

Noicattaro. Cestino portarifiuti via Turati intero

Ma è mai possibile che non si riesca a correggere e rieducare gli operatori ecologici che sono pagati per mantenere puliti gli spazi comunali? Ma la Società per cui lavorano, in regime di spending review, per risparmiare, non gliele fornisce? L’Ufficio Comunale competente non deve controllare e verificare che il servizio venga svolto correttamente? Si tratta del servizio di Igiene Pubblica. Al riguardo anche le nostre segnalazioni ed il presidio della Polizia Municipale potrebbero servire. Ad evitare il versamento dei rifiuti nei cestini, il sottoscritto, come già fatto in altre occasioni, ha riposto le quattro buste dedicate all’interno dei cestini per evitare il consolidamento dei rifiuti, il che comporterebbe lo smontaggio con la chiave a brugola dei cestini e l’utilizzo del palanchino per lo svuotamento! Non chiedo il rimborso ma che qualcuno intervenga. Nella nostra area siamo dimenticati, altrimenti disponete che i cittadini debbano pulirsi anche la strada! Noi, al Comune, paghiamo le tasse per il servizio di Igiene Pubblica che però presenta molti disservizi: nello spazio dove è ubicato il cassonetto della raccolta indifferenziata, vicino alla cabina Enel, è presente, da mesi, un grande pneumatico di camion. La centralina telefonica, posta sempre su quel marciapiedi - come già detto e ridetto, visto che viene usata come panchina, è ancora in quello stato di precarietà - è sollevata dalle radici degli alberi e divelta! Lo sportello non si mantiene chiuso e le nostre utenze telefoniche non si sa fino a quando saranno funzionanti perché chiunque volesse potrebbe, manomettendo le morsettiere, comprometterne il collegamento. È prassi dire, attendiamo riscontro, ma ci auguriamo che qualcuno si muova! Questi sono tasselli di un mosaico che in campagna elettorale inducono a fare altre scelte, forse!

Nicola Liturri


[da La Voce del Paese del 3 Maggio]

Via Turati: accanto al cassonetto giace un grosso pneumatico e tanta sterpaglia.

Noicattaro. Via Turati, un grosso pneumatico e tanta sterpaglia

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI