Giovedì 15 Aprile 2021
   
Text Size

Dopo la Juventus Nojana, Enzo Serino porta il suo sogno altrove

Noicattaro. Enzo Serino e i suoi due figli

 

“Rammarico, tanto rammarico e rabbia, per non aver realizzato questo sogno qui a Noicattaro”. Con queste parole - e con un viso amareggiato - Enzo Serino apre la nostra conversazione. Avrei tanto voluto costruire qualcosa di buono nel mio paese, ma qualcuno non ha voluto”.

Enzo Serino è un allenatore federale di baseball da quasi quarant’anni, ed è uno dei migliori della Puglia. Di origini napoletane ma ormai nojano dal 1988, anno in cui si trasferì a Noicattaro e costruì la sua famiglia. Enzo ha una grande passione: il baseball, e fino a qualche anno fa lo ha anche praticato.

Ha provato a fare della sua passione il sogno della comunità, a Noicattaro, nel 2006. Ma ora si apre un nuovo capitolo per il nojano Enzo Serino, pronto a guardare dritto, obiettivo dopo obiettivo.

L’esperienza nojana. Anche Noicattaro ha avuto il baseball a Noicattaro, con la Juventus Nojana Warriors. Una parentesi durata 4-5 anni grazie alla tenacia di Enzo soprattutto, e degli amanti di questo bellissimo sport. Due anni in serie C2, due stagioni in serie C1 e serie B sfiorata nello spareggio contro il Godo. “Abbiamo fatto tutto con i nostri sacrifici - ha continuato Enzo - nessuno ci ha aiutato. L’amministrazione ci concesse solo il campo B accanto allo stadio, ma in orari assurdi, dopo le ore 22. E per il nostro sport questo non è il massimo”. Il problema è sorto poi quando - durante la seconda amministrazione Vanni Dipierro - i nojani del baseball si sono mossi per usufruire di un finanziamento di quasi 900 mila euro per la costruzione di una struttura che avrebbe ospitato il baseball. “Al sindaco avevamo solo chiesto un appezzamento di terreno sul quale far nascere il campo, anche perché sarebbe stata l’unica struttura nella provincia. Inoltre, il Presidente della FIBS (Federazione Italiana Baseball Softball, ndr) ci aveva promesso che qualora avessimo realizzato campo ad hoc avrebbe organizzato a Noicattaro le fasi Mondiali di baseball. L’ing. Pino Generoso si è battuto notte e giorno per creare un progetto, anche perché immaginate quanto lustro avrebbe dato alla nostra cittadina?”. Purtroppo Noicattaro è il paese delle opportunità perse, e questa è un’altra. “Eccezion fatta per il sig. Lorenzo Ciavarella, che si è impegnato tantissimo pur di non perdere questa occasione, l’amministrazione comunale si è dimostrata insensibile e sorda, non credendo nello sviluppo territoriale. Peccato. Il baseball avrebbe portato un interesse a Noicattaro, ma qualcuno non ci ha creduto”. Per mancanza di un terreno di gioco dove continuare ad allenarsi e a giocare, l’esperienza della Juventus Nojana si è conclusa, in silenzio.

La rinascita. E se Noicattaro ha perso una grande opportunità, il Comune di Valenzano non se l’è lasciata sfuggire.  Non avendo trovato un terreno fertile nel nostro paese, Enzo Serino ha dovuto spostarsi a Valenzano, dove ha concluso un accordo per utilizzare un terreno, in via Eduardo De Filippo. Sorgerà lì il “diamante” del baseball e un campo per il softball, probabilmente a Settembre. Una cinquantina di soci fondatori hanno rivisitato il Baseball Club Bari, società che è stata attiva dal 1970 al 1994, poi scomparsa anch’essa a causa della mancanza di un terreno di gioco. Sulle magliette di gioco sarà confermata la denominazione Warriors, dietro la quale si nasconde il tributo dei soci alla memoria di Giampiero Giannelli, un giocatore della B.C. Bari scomparso l’11 Febbraio 1983.

Il nuovo team. Lo scorso 18 Aprile, presso lo Stadio “Delle Vittorie” di Bari, si è tenuta l’assemblea costitutiva della rinascente associazione BC Bari. Del Consiglio Direttivo fanno parte, tra gli altri, l’avv. Gerardo Grazioso, Presidente; il dott. Vincenzo Serino, Segretario Generale; il dott. Danilo Nitti, Tesoriere; l’avv. Mauro Gargano, il dott. Benedetto Maselli, l’ins. dott. Lorenzo Carelli, Consiglieri, tutti ex giocatori del B.C. Bari, oltre al dott. Gianfranco Pesce, vice Presidente ed ex coach “storico” della formazione barese. Anche il gentil sesso è convenientemente rappresentato in Consiglio Direttivo con la sig.ra Paola Lofoco, la dott.ssa Anthulla Salomonidis  e l’ins. dott.ssa Concetta Ferri, anch’essa Vice Presidente, tutte ex giocatrici di softball. La sig.ra Elisabetta Franco, non vedente e rappresentante dell’U.C.I., simpatizzante dello sport del baseball, è infatti l’unica consigliera eletta a non avere pregressa esperienza dello sport del softball. “Ma i ringraziamenti vanno a tanti altri cari amici, come Giuseppe Potente e la dott. Valentina Santoliquido, responsabile, quest’ultima, della progettazione e del recupero dei fondi regionali europei oltre che ingegnere docente del Politecnico di Bari. Encomiabile il suo apporto, per far si che la struttura che sta per nascere sia ecosostenibile ed ecocompatibile”.

Il futuro. “La nostra associazione è per il sociale - ha ripreso Enzo - e ha l’intento di favorire non solo la pratica del baseball e del softball, ma, in generale, gli sports “minori”, troppo spesso dimenticati dai media nazionali. Abbiamo anche fini solidaristici: ci rivolgiamo infatti, soprattutto ai minori a rischio devianza, con disagio psico-fisico e agli immigrati. Con loro vogliamo partecipare ad un campionato, seppur fuori graduatoria, per una serie di limitazioni normative”. Intanto si sta sviluppando il baseball per i ciechi e il softball. Stessa importanza sarà data alla cura del settore giovanile. E chissà se riusciremo a far tornare a casa i tanti talenti nojani che abbiamo lasciato andare dopo la chiusura del sipario sulla Juventus nojana. Ci riferiamo soprattutto ai due figli di Enzo: Marco e Mosè Roberto. Il primo - classe ’90 - ha dovuto spostarsi a Taranto per seguire la sua passione per il baseball. Mosè Roberto invece, classe ’88, è l’artefice della promozione in serie A del Baseball Club Foggia.

Chiunque sia interessato alla pratica del baseball e del softball può rivolgersi a Enzo Serino (tel. 3478047224).

“Sarà dura, ma non mi spaventa” conclude Enzo, con un pizzico di tristezza, per non aver ottenuto la stesso risultato nel suo paese. “Ma adesso è tempo di ripartire”.

Auguriamo buona fortuna a Enzo Serino e al suo sogno: ora questo potrà finalmente uscire dal cassetto.

 

[da La Voce del Paese del 10 Maggio]

Qui tutte le foto che rievocano i più bei momenti della Juventus Nojana Warriors, del B.C. Bari e del B.C. Foggia.

Commenti 

 
#1 Giorgio 2014-05-16 19:24
Noicattaro ormai è solo terra di conquista di soli lottizzatori e faccendieri della Regione.
Fa bene il sig. Serino ad andare via da Noicattaro perché si sa come vanno le cose, se ai un partito alle spalle ti danno campetti, strutture, palazzetti ecc. Se invece non hai appoggi politici non sei nessuno per la nostra amministrazione.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI