Domenica 28 Novembre 2021
   
Text Size

Grave pericolosità per gli incendi. Avremo il verde più pulito?

Noicattaro. Aree a verde abbandonate

 

In data 19 Maggio 2014 il sindaco, dott. Giuseppe Sozio, ha emanato, in adempimento a quanto disciplinato con Decreto del Presidente della Giunta Regionale, un’ordinanza nella quale viene dichiarato lo stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi per il periodo dal 15 Giugno al 15 Settembre.

Suddetta ordinanza vieta, durante il periodo indicato, l’accensione di fuochi di ogni genere (compresi quelli da pic-nic o campeggio); far brillare mine o usare esplosivi; usare apparecchi a fiamma od elettrici per tagliare metalli; usare motori, fornelli o inceneritori che producono faville o brace; tenere in esercizio fornaci, forni a legna discariche pubbliche e private incontrollate; fumare, gettare fiammiferi, sigari o sigarette accese e compiere ogni altra operazione che possa creare comunque un pericolo immediato o mediato di incendio; esercitare attività pirotecnica nonché l’uso di qualsiasi oggetto di questo tipo; transitare e/o sostare con autoveicoli su viabilità non asfaltata all’interno di aree boscate; transitare con mezzi motorizzati fuori dalle strade statali, provinciali, comunali, private e vicinali, gravate dai servizi di pubblico passaggio, fatta eccezione per i mezzi di servizio e per le attività agro-silvo-pastorali nel rispetto delle norme e dei regolamenti; inoltrare l’auto nel bosco e parcheggiare con la marmitta a contatto con le erbe secche; abbandonare i rifiuti nel bosco o in discariche abusive.

Dopo la definizione dei divieti, l’ordinanza, elenca una serie di obblighi destinati a quei cittadini che hanno particolari tipi di campi.

Obbliga i proprietari, gli affittuari e i conduttori di campi a coltura cerealicola, la messa in sicurezza di questi attraverso la creazione di una fascia protettiva che deve essere realizzata entro e non oltre il 15 Luglio p.v.; vieta inoltre, ai proprietari e ai conduttori, a qualsiasi titolo, di terreni incolti in stato di abbandono o a riposo, di bruciare la vegetazione spontanea e ordina la creazione di fasce protettive entro il 31 Maggio.

Dà ai gestori delle Ferrovie, alla Provincia e a tutti gli altri Enti operanti sul territorio comunale, lungo gli assi viari di rispettiva competenza, il compito di ripulire le banchine, cunette e scarpate, mediante la rimozione di erba secca, residui vegetali, arbusti, rifiuti ed ogni altro materiale infiammabile.

Infine assegna al Comune di Noicattaro la pulizia, il ripristino, la ripulitura delle superfici cespugliate e il diserbo dei viali parafuoco entro il 15 Giugno p.v.

L’ultimo punto di tale ordinanza appare molto interessante in quanto fa sperare in una pulizia globale di tutte le “zone verdi” del paese che sono sporche, piene di rifiuti di ogni genere, e che hanno una vegetazione spontanea alta quasi un metro.

Entro il 15 Giugno avremo parchi e giardinetti più “puliti”?

 

[da La Voce del Paese del 31 Maggio]

Commenti 

 
#1 modesto 2014-06-04 11:55
Imparate a votare..................
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI