Sabato 23 Ottobre 2021
   
Text Size

Disagi e proteste alla Asl. Non sarà il caso di chiudere la struttura?

Noicattaro. Asl via Cappuccini front

 

Con l’arrivo della bella stagione e con l’intiepidirsi della temperatura, sono molti coloro che decidono di perdere qualche chilo di troppo, in vista della prova costume: si indossa la tenuta ginnica e ci si avvia presso il parco comunale, diventata una delle mete sportive più frequentate.

Ma il nostro Paese, ricco di risorse, offre un’altra valida alternativa al parco: infatti, quotidianamente si assiste ad un flusso continuo di gente, ad un interminabile via-vai di anziani, affaticati e sudati, che si mantengono in forma percorrendo svariati chilometri...per raggiungere la locale Asl, sita in via Cappuccini.

Ci siamo, purtroppo, già occupati troppe volte dei disagi causati dall’Azienda Sanitaria Locale, ma la situazione, nonostante le continue carenze e le numerose proteste da parte della cittadinanza, non accenna a migliorare.

Proprio nell’ultima edizione de La Voce del Paese abbiamo riportato la testimonianza di una donna che, effettuato un “pap-test”, ha ricevuto il referto non solo con tre mesi di ritardo, bensì anche con una diagnosi completamente errata.

E ancora, sull’edizione dell’8 Febbraio, abbiamo dato voce ad un lettore che ha denunciato la mancanza di corrente per un’intera giornata presso la struttura sanitaria, rendendo quindi impossibile effettuare le prenotazioni necessarie per l’erogazione dei vari servizi.

“Ogni volta che ci rechiamo presso la struttura, c’è sempre qualcosa che non va” racconta una signora. “Un giorno manca la corrente, un giorno non funziona la stampante, un giorno c’è troppa gente e non tutti possiamo permetterci di perdere un’intera mattinata qui. Così, dopo aver percorso tutta questa strada, siamo anche costretti ad andare via senza aver risolto nulla, per ritornare in un’altra occasione”.

Come abbiamo già spiegato, la proposta di istituire un bus navetta che agevoli gli avventori nel raggiungere la struttura, è stata bocciata in Consiglio Comunale per mancanza di fondi.

E ancora, un anziano prosegue: “C’è bisogno di più personale, non è possibile continuare così; gli stessi funzionari sono affaticati e nervosi, non è facile soddisfare un’utenza tanto numerosa quando si è in pochi e per di più se non si dispone dei mezzi adeguati. La direttrice del nostro distretto socio sanitario - distretto numero 11, comprendente Mola, Rutigliano, Noicattaro - la dott.ssa Maria Tateo, deve assolutamente prendere provvedimenti...”.

Ma oltre ai disagi causati dai numerosi disservizi, alla nostra redazione sono giunte anche segnalazioni riguardo la mancanza di controllo presso la struttura: infatti, a detta di chi spesso, per un motivo o per l’altro frequenta l’Asl, teppistelli, ladruncoli - e chiunque abbia dubbie intenzioni - non avrebbero nessuna difficoltà nell’introdursi nell’immobile e negli stessi uffici, visto che molti non vengono utilizzati, per compiere piccoli furti o accedere ai dati sensibili ivi custoditi.

Infine, c’è anche chi è allarmato dalla presenza di alcune bombole di gas che - nonostante l’ubicazione all’esterno della struttura - non sono custodite e né protette da oggetti che possano provocare alle stesse eventuali tagli o abrasioni, o da possibili atti vandalici, essendoci una semplice rete metallica, a bande larghe, a separarle dal sentiero che conduce all’ingresso della Asl.

Viene quasi da chiedersi se sia davvero utile la presenza di questa struttura, che è costata e costa tuttora cifre non indifferenti, ma che costituisce causa di malcontenti continui e generali: insomma, la spesa vale l’impresa?


[da La Voce del Paese del 14 Giugno]

Noicattaro. Asl via Cappuccini intero

Commenti 

 
#1 Buio 2014-06-18 19:15
Facciamo una raccolta firme e anche una azione di protesta per far cambiare la dirigenza USL con un altro medico che sia più sensibile ai problemi dei cittadini nojani.
Sindaco le sa bene che trattasi di una questione politica legata ad apprtenenze ben protette del PD, se anche lei non è capace di difendere i sacrosanti diritti dei cittadini si dimetta.
Faccio un appello ai ragazzi della Associazione 5 Stelle di Noicattaro affinché intervenissero politicamente per dare risalto mediatico a questa vicenda che si protrae da anni, facendo fare interpellanze e lettere di protesta a Roma e al presidente della Regione Puglia.
Non è possibile che una città come Noicattaro non abbia un poliambulatorio come lo hanno altri Comuni ben più piccoli del nostro.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI